Flanagan’s Rooms raddoppia a Napoli

Si chiama Flanagan’s rooms, il nuovo cocktail bar emanazione dello storico street bar di 20mq di via Carlo Poerio a Chiaia. In un elegante palazzo di inizio Novecento, nel cuore del Vomero, in via Morghen 31, Flanagan’s rooms è bistrot, cafè e cocktail bar: un’infilata di quattro stanze che si dispiega su 100 metri quadri di superficie, tra arredi rétro e di fascino.

La proposta liquida resta al centro del locale proprio come nel cocktail bar di via Poerio aperto nel 2015 e da allora punto di riferimento del bere miscelato di alta qualità in città. Ma il nuovo Flanagan’s Rooms aggiunge anche un’offerta food, “piccoli e grandi” assaggi di cucina, cruditè, insalate e piatti internazionali.

Kerim Nefati, classe 1994, dal 2015 nel team Flanagan’s, è l’head barman a capo di una squadra di mixologist affiatata e di talento. La cocktail list presenta grandi classici nazionali e internazionali, signature cocktails, spirits premium, preparazioni home made, una linea low alcol e proposte che cambiano periodicamente, frutto di una costante ricerca.

Tavolini da bistrot, divani Chester in pelle e poltroncine rétro, mobili vintage e di recupero, carte da parati, vecchi lampadari di cristallo raccontano il mood del locale. Il progetto di ristrutturazione e il design degli interni portano la firma dell’architetto Stefania Piscopo. La prima sala con due ampie vetrine sulla strada è stata pensata come una sorta di giardino d’inverno, con grandi piante a foglia larga e lampadari in rattan, un mobile di recupero che funge da bar – con macchina del caffè e spillatrice di birra – e tavolini in ferro con piano di marmo: è la veranda bistrot da vivere di giorno e di sera.

Nella sala attigua c’è il cocktail bar, il cuore pulsante del locale: grande bottigliera a vista, ricavata da un mobile degli anni Trenta, bancone e sgabelli. Il salone all’inglese, con divani e poltrone Chester in pelle, velluti avvolgenti, cornici d’epoca, libri e robuste doghe di legno scuro al pavimento invita a fermarsi, a conversare piacevolmente e a sorseggiare slow time le miscelazioni della casa. Il salone è stato concepito per accogliere anche Jam session e live music, mostre d’arte e fotografia che periodicamente danno spazio a giovani ed affermati interpreti della fotografia contemporanea.