soft drink

01 Luglio 2024

Assobibe: sei italiani su dieci sono contrari alla sugar tax

di Matteo Cioffi


Assobibe: sei italiani su dieci sono contrari alla sugar tax


Da uno studio presentato a Milano lo scorso 26 giugno da Alessandra Ghisleri, presidente di Euromedia Research, in occasione dell’Assemblea annuale di Assobibe, è emersa una serie di indicatori emotivi che comproverebbe il feeling storico e indissolubile tra i consumatori nostrani e le bibite totalmente analcoliche.

Partendo dal dato conclusivo della ricerca, un’imposta come la sugar tax è ritenuta non necessaria dal 56,7% dal campione di intervistati, percentuale che sale al 60% nella fascia di età tra i 18 e 30 anni, altresì nota come generazione Z. E non solo: stando sempre alle risposte raccolte, il 58,3% ritiene che applicare una tassa come la sugar tax (o altre imposte simili) sulle sole bevande non sia una soluzione per condizionare le scelte di acquisto della popolazione. 

Imporre un surplus fiscale è, dunque, visto da una fetta cospicua di italiani come un provvedimento che rischia di indebolire una categoria che deve la sua notorietà e gran parte del suo successo al legame storico con il bere italiano e che per ben 7 persone su 10 è ritenuta sinonimo di socialità e convivialità, una sorta di coccola che ognuno di noi si regala in momenti diversi della giornata. 

Giangiacomo Pierini, presidente di AssobibeGiangiacomo Pierini, presidente di Assobibe

«Lo studio evidenzia che, per il 61,8% degli intervistati, è importante vivere un momento tutto per sé gustando un soft drink: siamo di fronte, dunque, a una consuetudine che fa parte della nostra tradizione, anche se i consumi sono molto calati negli ultimi anni. Nel 2023, è stata riportata una flessione del 5%, mentre la prima parte del 2024 ha patito le cattive condizioni meteorologiche che hanno penalizzato i consumi, soprattutto nel fuori casa – commenta Giangiacomo Pierini, presidente di Assobibe –. Se si chiede, poi, alle persone cosa rappresentino per loro le bibite analcoliche, le risposte evocano suggestioni come ‘festa’, ‘socialità’, ‘ricordi’, quindi un’esperienza che, oltre a coinvolgere i sensi, abbraccia le nostre emozioni più profonde».

Sensi che sono stuzzicati per diverse ragioni, equamente ripartite. Gli amanti di soft drink, infatti, ricercano nella bevanda in primis la freschezza (40%), a seguire gettonano il gusto (34,1%), ma soprattutto spicca quel 33,2% di persone che ricercano il plus organolettico di ingredienti locali a ribadire il forte attaccamento della categoria con il territorio italiano, considerato come un valore aggiunto grazie alla sua ricca biodiversità. 

Si parla quindi di convivialità e di momenti di allegria, eppure il mood che si respira tra i membri dell’associazione che fa capo a Confindustria, non è per niente sereno. «Il settore industriale che rappresentiamo vale 5 miliardi di euro, genera 420 milioni di euro con l’export e coinvolge 120 mila stabilimenti sul territorio – ha reso noto Pierini –. Ci sono però due tasse ancora pendenti (plastic e sugar) e se dovessero essere introdotte avrebbero effetti economici devastanti, considerando anche il fatto che il 64% delle aziende coinvolte sono di piccola e media dimensione, oltre a portare a un inevitabile e generale rincaro dei prezzi. Aggiungiamo che, dal 1 gennaio del 2025, come stabilito dall’Ue, entrerà in vigore l’obbligo di usare per il pack almeno il 25% di Pet riciclato, un ulteriore problema perché questo materiale non è di facile reperibilità. In ogni caso, in questi anni abbiamo creato relazioni importanti con la filiera. Abbiamo il supporto di Confindustria, Federalimentare, Coldiretti e Confagricoltura. Insieme continueremo a difenderci, anche contro le fake news che ci colpiscono, come quella che le bevande analcoliche provocano l’obesità, dimenticando che il contenuto di zucchero è calato mediamente del 41%».

TAG: GIANGIACOMO PIERINI,SUGAR TAX,ASSOBIBE

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

15/07/2024

A dieci anni dalla nascita e con diversi riconoscimenti nazionali e internazionali all'attivo, 50 Kalò raddoppia e apre una nuova pizzeria in Piazza della Repubblica, a Napoli. Concepita da Ciro...

12/07/2024

Meno del 10% delle imprese italiane della ristorazione utilizza un sistema di ordini e pagamenti integrato a supporto del proprio business. L'obiettivo è ridurre tempi di attesa e...

12/07/2024

A settant'anni dalla scomparsa avvenuta il 13 luglio 1954 il drinksetter di Anthology by Mavolo Riccardo Campagna omaggia Frida Kahlo con il cocktail Colibrì.

12/07/2024

Si chiude sostanzialmente in pareggio, rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, il primo semestre del 2024 per il Pinot Grigio del Nordest, con un volume pari a circa 900mila ettolitri e...

 


Una soluzione di filtrazione ad alte prestazioni in grado di soddisfare le esigenze principali nelle cucine professionali quando si parla di vapore e lavaggio. Si chiama BRITA...


Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Iscriviti alla newsletter!

I PIÙ LETTI

È andata all'amaro Amara la medaglia d'oro della Spirits Selection del Concours Mondial de Bruxelles: il riconoscimento, ottenuto a due anni di distanza da quello al World Liqueur Awards, è frutto...


I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Si sente spesso dire che tra gli ingredienti fondamentali per il successo di un pubblico esercizio ce n’è uno non certo facile da reperire: l’esperienza. Se è così, allora Tripstillery va sul...


Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top