17 Maggio 2023

Il Prosecco “soft luxury” di Maia Wine

di Jessika Pini


Il Prosecco “soft luxury” di Maia Wine

Creare attorno al prodotto uno stile di vita glamour, ma accessibile; si può riassumere in questo concetto il senso del brand Maia Wine, giovane azienda vinicola nata nel 2020 sulle rive del Garda Doc e, dallo scorso anno, compartecipata al 50% da Cielo e Terra.

Dopo aver iniziato con una produzione dedicata al Garda (80% Garganega e 20% Chardonnay), l’azienda è prossima a lanciare la nuova etichetta Maia Prosecco Doc, presentata in anteprima al Vinitaly e in commercio da questa estate, con cui punta anche ad aprirsi a un pubblico più internazionale sfruttando la notorietà della denominazione.

Le uve Glera provengono dal Vicentino, zona in cui storicamente veniva prodotto il Prosecco, acclamato già nel 1754 dal Poeta Acanti. La nuova etichetta mixa linee classiche con la modernità di un fiammante verde cromato e sarà accompagnata da una campagna di affissioni e digitale dal carattere fashion e dal ritmo decisamente futuribile, in  linea con le tendenza del momento abbracciata dai marchi del life style più in voga e che si stacca totalmente dai canoni del mondo del vino. 

Ci rivolgiamo agli amanti della vita fuori casa, a un target ampio, dai 20 ai 55 anni, dallo stile di vita giovanile, soft luxury e che ricerca un prodotto facile e fresco”, spiega Angelo Lella, fondatore del brand. In carta vini viene consigliato a 22-25 euro: “Per una precisa scelta aziendale – prosegue Lella – come tutti i nostri prodotti, anche il Prosecco è distribuito solo nel canale Horeca per dare in esclusiva agli operatori del fuori casa una referenza a un prezzo intelligente, che il consumatore non trova in Gdo e che online non è proposta a prezzi concorrenziali, un prodotto attorno al quale abbiamo costruito un percepito valoriale alto legato al life style del bel vivere italiano e un posizionamento garantito come vino di tendenza, immancabile negli eventi glamour". 

Maia Wine infatti negli scorsi mesi è stata sponsor di importanti eventi in sedi prestigiose che hanno visto la partecipazione di imprenditori, influencer e personaggi dello sport e dello star system. A breve il Prosecco Doc Maia sarà tra i vini bevuti dai divi del cinema al prossimo festival di Cannes all’interno del padiglione italiano e statunitense e al Better World Gala e a settembre approderà al Lido per il Festival del Cinema di Venezia. 

“Il comparto del fuori casa ha bisogno di lavorare sul branding. Un ristorante o un locale deve offrire ai clienti prodotti ed esperienze unici per i quali venga ricordato e identificato. Peraltro, nei prossimi anni, nel mondo del vino, complici il salutismo, potremmo assistere a una contrazione dei volumi consumati controbilanciata da una maggiore ricerca di qualità e di selezione dei brand a cui dobbiamo essere preparati" conclude Lella.

TAG: PROSECCO,MAIA WINE,ANGELO LELLA

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

18/06/2024

Nell'episodio 10 della nuova serie di Master Barista Andrea Lattuada - formatore, Maestro di Latte Art e grande esperto di Caffè Specialty - continua il suo percorso dedicato alla figura...

18/06/2024

Sarà interamente dedicato alla cucina sostenibile l'evento targato Rational, in calendario il 19 giugno e organizzato in collaborazione con Cooking Room Milano e Lesto Group. L'appuntamento...

18/06/2024

È Alberto Polojac il nuovo coordinatore nazionale di Sca, Specialty Coffee Association. Il titolare di Imperator srl, importatore triestino di caffè crudo da tre generazioni crudi, direttore di...

A cura di Anna Muzio

18/06/2024

In occasione della Festa della Musica, che si svolgerà il 21 giugno in tutta Europa, Amaro Montenegro lancia #friendshipsong, l'iniziativa che offre la possibilità di creare una colonna sonora...

 


Una soluzione di filtrazione ad alte prestazioni in grado di soddisfare le esigenze principali nelle cucine professionali quando si parla di vapore e lavaggio. Si chiama BRITA...


Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Iscriviti alla newsletter!

I PIÙ LETTI

È andata all'amaro Amara la medaglia d'oro della Spirits Selection del Concours Mondial de Bruxelles: il riconoscimento, ottenuto a due anni di distanza da quello al World Liqueur Awards, è frutto...


I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Si sente spesso dire che tra gli ingredienti fondamentali per il successo di un pubblico esercizio ce n’è uno non certo facile da reperire: l’esperienza. Se è così, allora Tripstillery va sul...


Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top