attualità

02 Marzo 2023

Monouso in carta: una valida scelta

di Elena Consonni


Monouso in carta: una valida scelta

Neppure il fuori casa può ignorare il tema della sostenibilità, dalla scelta degli ingredienti a, soprattutto, quella dei materiali usa e getta. Con l’entrata in vigore della Direttiva SUP che vieta in tutta l’UE la vendita di molti articoli monouso in plastica, tra cui anche piatti, bicchieri e posate, sono comparsi sul mercato diversi prodotti alternativi, dalle origini più esotiche e non sempre adeguatamente normate.

Tra i materiali più consolidati figurano quelli a base carta e cartoncino che, grazie ad opportuni accoppiamenti con altri materiali, garantiscono anche l’idoneità al contatto con prodotti umidi e ricchi di grassi come i cibi cucinati. In alcuni casi possono addirittura essere utilizzati per il riscaldamento. Se ne è parlato in maniera approfondita nell’abito dell’evento Green Future is Now – Sfide e opportunità per il packaging in cartoncino organizzato da Commer Carta, centro taglio che distribuisce cartoncini per imballaggio ed applicazioni grafiche, adatti anche al contatto con alimenti.

Come è emerso dall’intervento di Barbara Bonori, Area Ricerca & Sviluppo di Comieco, attualmente il tasso di riciclo degli imballaggi cellulosici supera l’80% e la carta vanta tutte le caratteristiche che il consumatore associa alla sostenibilità: rinnovabilità, biodegrababilità e appunto riciclabilità. Per questo l’utilizzo di questo materiale può essere comunicato al consumatore finale, sempre più sensibile alle tematiche  ambientali. 

“La direttiva SUP – ha sottolineato Linda di Fazio, R&D Manager di Commer Carta – ha portato la filiera della carta a ricercare nuovi materiali e tecnologie, per creare imballaggi multistrato, ma comunque a prevalenza cellulosica capaci di garantire la sicurezza alimentare, le prestazioni funzionali, la macchinabilità, la sostenibilità economica. Per esempio per realizzare articoli da utilizzare nel fuori casa, la soluzione ottimale è quella di abbinare una base in cartoncino di pura cellulosa, con un film in poliestere che resiste alle alte temperature. Questo accoppiamento permette la termoformatura, ovvero la possibilità di essere formato a caldo per la realizzazione di vaschette, piatti… Il tutto senza pesare sul fine vita dell’imballo”.

Il tema del fine vita è cruciale perché questi materiali possono essere riciclati nella raccolta della carta fino al limite minimo di cellulosa del 60%. “Fino a un 5% di materiali diversi – ha precisato – si parla di monomateriale, oltre il 5% si tratta di materiali compositi, ma comunque riciclabili in cartiera. La tecnologia del riciclo sta facendo grandi passi avanti nel trattamento di questi materiali misti e l’aggiunta di percentuali di plastica davvero basse consente alla carta di migliorare molto le sue performance tecnologiche per conferire al piatto in cartoncino tutte le proprietà che servono alla ristorazione”. 

TAG: MONOUSO,LINDA DI FAZIO

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

07/12/2023

Ivan Geraci vince l’edizione 2023 della Elephant Gin National Competition, la gara di bartending promossa da Elephant Gin. Il bartender della Sartoria di Palermo è salito sul gradino più alto del...

07/12/2023

Natfood presenta una nuova referenza della famiglia Gin-co, il caffè al ginseng: Gin-co Liquirizia ha la stessa qualità e cremosità del tradizionale Gin-co Original, ma con uno spiccato sapore di...

07/12/2023

Quasi 5 giovani italiani su 10 si sentono davvero se stessi in compagnia degli amici, soprattutto se davanti a una birra e una pizza. A dirlo è un'indagine condotta da Birra Moretti in...

07/12/2023

Majestas, il Gruppo di proprietà di Flavio Briatore e Francesco Costa che al suo interno annovera i marchi Billionaire, Twiga e Crazy Pizza in apertura anche a Catania, amplia e diversifica la...

 

QUALE E' L'INGREDIENTE SEGRETO PER UN BUON CAFFE'?Non ci sono dubbi, è l'acqua. Per questo Brita ha inventato un innovativo sistema di...


Aquademy by Brita è l'esclusivo programma multilivello per diventare esperti dell’acqua e dei suoi ambiti di applicazione.Il corso, suddiviso in livelli, è rivolto a tutti i clienti BRITA dei...


Per renderti un vero esperto dell’acqua, abbiamo studiato per te un percorso completo di formazione professionale a più stadi per raggiungere la vetta della competenza tecnico professionale...


Iscriviti alla newsletter!

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

I VIDEO CORSI


ROMA BAR SHOW


BEER&FOOD ATTRACTION 2023






I LUNEDÌ DI MIXER

Nell’antica Grecia era una medicina, destinata a chi soffriva di inappetenza. A realizzarla nel V secolo avanti Cristo sarebbe stato il medico Ippocrate, mettendo a macerare dei fiori nel vino. E...


Il mondo dei pubblici esercizi e dell’accoglienza si tinge sempre più di rosa, grazie alle tante lavoratrici e (più raramente) imprenditrici che danno un contributo strategico alla sua crescita....


Per valutare l’andamento del fuori casa non basta guardare ai fatturati, in particolare in una congiuntura di marcata inflazione come quella attuale, che spinge al rialzo i prezzi.È necessario,...


Come sono cambiati i target di clientela e i momenti di consumo rispetto al pre-pandemia?Immediando – società specializzata nell’acquisire, gestire e rendere fruibili le informazioni raccolte su...


Dal 28 novembre al 2 dicembre Roma ospiterà l’IBA World Cocktail Championship 2023, un appuntamento con i cocktail e flair bartender più importanti del mondo.E tra questi ci sarà anche Giorgio...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2023 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top