Prosegue con la frutta il viaggio “ViviSmart” di Barilla, Coop e Danone

Prosegue con la frutta il viaggio “ViviSmart” di Barilla, Coop e Danone

Dopo l’acqua, prosegue il viaggio all’interno della piramide alimentare con la frutta: si tratta della seconda tappa del progetto “ViviSmart”, nato per far riavvicinare gli italiani al modello alimentare mediterraneo e ai corretti stili di vita e che si svilupperà attraverso i vari elementi della dieta mediterranea. L’iniziativa è frutto di un’inedita alleanza unica nel suo genere in Italia, perché unisce il settore alimentare, il mondo delle cooperative di consumatori e quello delle fondazioni no profit, tra Barilla, Coop Italia, Danone, Fondazione Barilla Center for Food & Nutrition, Associazione Nazionale Cooperative di Consumatori-Coop e Fondazione Istituto Danone. Dopo l’acqua e la frutta, toccherà a verdura, cereali, latticini e così via.

Il secondo gradino della piramide alimentare è quello dedicato alla frutta e all’approfondimento rispetto alle sue molteplici funzioni. La frutta infatti è ricca di antiossidanti e vitamine che difendono dall’ossidazione dei radicali liberi, è ricca di fibra che regolano l’assorbimento di zuccheri e grassi e il loro livello nel sangue, e idrata il corpo essendo composta al 90% di acqua. Mangiare poca frutta infatti può causare diversi disturbi e malattie a seconda del tipo di carenza vitaminica o di minerali, oltre a disagi del transito intestinale. Mangiare tre porzioni al giorno di frutta è infatti importante per seguire un modello alimentare equilibrato, sia per i bambini che per gli adulti, rispettandone la stagionalità.

Il percorso di “ViviSmart”, mese dopo mese, si baserà su una sorta di manuale virtuale sulle sane abitudini, che potrà aiutare nelle scelte più indicate per una corretta alimentazione. All’interno dei punti vendita scelti nella prima fase del programma, infatti, verranno posizionate vere e proprie “stazioni” informative: il programma prevede una sorta di “onda” regolare di informazione dedicata, che in questa seconda fase sarà dedicata proprio alla frutta. È possibile inoltre partecipare al concorso “ViviSmart”, con in palio tantissimi premi, scattando una foto smart con l’acqua e registrarsi sul sito www.progettovivismart.it e scaricare la app dedicata al programma, per avere a disposizione anche sul proprio smartphone tutte le informazioni, gli approfondimenti, le notizie, i consigli dei nutrizionisti e i punti vendita che aderiscono all’iniziativa.

Il progetto, nato con l’obiettivo di riavvicinare gli italiani alle buone abitudini del modello alimentare mediterraneo, alla sana alimentazione e all’attività fisica, si sviluppa su quattro città, coinvolgendo circa 2 milioni e mezzo di cittadini, quasi 1.500 bambini della scuola primaria e i loro nuclei familiari, più di 100 famiglie, 25 medici di medicina generale e 16 punti vendita .

“ViviSmart” propone un modello innovativo di approccio multifattoriale alla problematica degli stili di vita non corretti che si rivolge simultaneamente e in contesti diversi ma con messaggi univoci, semplici e coinvolgenti alle famiglie delle città selezionate, ai punti vendita, alle scuole, ai medici di medicina generale – individuati per l’importante ruolo rivestito in questo ambito. Tramite le nuove tecnologie, la piattaforma www.progettovivismart.it e l’hashtag #abcdpervivismart, il progetto, le cui attività nei punti vendita e online sono iniziate a partire dal 30 settembre, mira ad avviare un percorso di sensibilizzazione dell’intera famiglia sulle sane abitudini della dieta mediterranea, aumentando il grado di consapevolezza in tema di alimentazione equilibrata, partendo da quattro città coinvolte: Milano, Genova, Parma e Bari. Il Progetto Pilota realizzato su 100 famiglie, da settembre 2017 a maggio 2018, con il coinvolgimento della S.I.M.G. (Società Italiana di Medicina Generale), avrà l’obiettivo di sviluppare un pionieristico modello di intervento che, attraverso strumenti mirati e counseling, punterà a stimolare e favorire il cambiamento dello stile di vita di un gruppo di famiglie con almeno un bambino di età compresa tra i 6 e i 10 anni e con problemi di sovrappeso in almeno uno dei componenti del nucleo. I progressi saranno monitorati e valutati attraverso parametri predefiniti, da cui deriveranno preziose informazioni scientifiche.

Nel corso della prima fase del progetto “ViviSmart” verranno portate avanti le diverse iniziative di sensibilizzazione sui vari target e i medici avranno un ruolo importante nel rendere maggiormente consapevoli le famiglie delle proprie scelte alimentari. Al termine di questa fase, aBCD condividerà apertamente e trasparentemente i risultati ottenuti e, se soddisfacenti – come ci si attende per l’innovatività della formula e la coerenza dei messaggi sui vari “obiettivi” – si propone di promuovere l’iniziativa a livello nazionale, tramite l’allargamento dell’Alleanza ad altri partner e istituzioni, l’apertura e l’adattamento della piattaforma e dei suoi contenuti ad un pubblico più ampio.

Articoli correlati

Le preoccupazioni dei consumatori sull’uso del glifosato, il pericoloso pesticida da tempo sotto i riflettori, hanno indotto Barilla a ridurre del 35% le importazioni...

Pioggia, neve e gelo che stanno attanagliando l'Italia in questi giorni modificano le abitudini alimentari di tre cittadini su quattro, che si dichiarano pronti...

L'Italia è al quarto posto nel mondo nella lotta agli sprechi alimentari, anche se ogni anno nel nostro Paese si buttano nella spazzatura ancora...

Grande successo ed ampia partecipazione di operatori e giornalisti al Parco agroalimentare FICO Eataly World di Bologna per il debutto del kiwi Rosso Oriental...

F.lli Orsero torna in cucina con l’attesissima settima stagione di MasterChef Italia, in onda dal 21 dicembre 2017, ogni giovedì alle 21:15 su Sky...

Il Gruppo Ferrero è da sempre attento alla qualità dei suoi prodotti e alla valorizzazione delle materie prime del territorio in cui nasce. A...

Un piatto di pasta griffata Roger Federer: Barilla omaggia così il campione di tennis alla vigilia degli US Open. L’atleta svizzero - si legge...

Dal 1988 ad oggi, General Fruit vanta oltre 15 tipologie di prodotti a base frutta con oltre 200 referenze, il che la pone in...