Alghe, bacche di Goji e polpa di goiaba, è tempo di healthy...

Alghe, bacche di Goji e polpa di goiaba, è tempo di healthy restaurant

Parliamo di healthy restaurant.
Offrire una cucina sana e allo stesso tempo accattivante? Si può. Ormai da qualche anno il connubio più trendy in fatto di ristorazione è proprio quello tra wellness e food. 

Cinzia Ferro

Ecco quindi protagonisti delle ricette ingredienti un tempo inusuali ricchi di sali minerali, vitamine e antiossidanti: dalle bacche di Goji alle erbe aromatiche, dai germogli alle alghe fino all’avocado.
Non è tutto: gli healthy restaurant non puntano solo su materie prime sane, bensì anche su un arredamento e un servizio eco-friendly.

L’ORIGINE DEL BOOM HEALTHY
“I media e i programmi di cucina hanno contribuito a sensibilizzare il consumatore sull’importanza della qualità delle materie prime e di un approccio ecosostenibile e a lanciare il fenomeno degli healthy restaurant. In questa logica hanno sdoganato anche i panini e i sandwich gourmet”, spiega Cinzia Ferro, titolare del cocktail bar Extremadura Cafè di Verbania che propone oltre 30 differenti sandwich a rotazione stagionale, tra cui l’Estremo 13 con speck, Emmental e banana alla vodka.

Andrea Berton col toast al gelato di pistacchio. Photo Marco Scarpa -skate by Broken Board Design

Dei sandwich gourmet parleremo in modo più approfondito nell’articolo di Mixer di giugno, inchiesta-cover del mensile con in copertina lo chef Andrea Berton, che ci regala la sua ricetta del gelato al pistacchio salato ideale per un sandwich gourmet inedito.

Nel frattempo, ecco un format che piace. In espansione.

FORMAT VINCENTI: IL GREEN TAPAS BAR GESTO FAI IL TUO
Presente a Perugia, Firenze, Milano e Bologna, il green tapas bar Gesto Fai Il Tuo è un format eco-sostenibile nel servizio, nella proposta food&beverage e nell’arredo, con una lavagnetta per scrivere l’ordinazione con i gessetti e ridurre quindi lo spreco della carta, un sistema di riciclo dell’acqua e una gustosa proposta non solo di healthy food, ma pure di healthy cocktail.

Tra gli ingredienti star della drink list firmata dal barmanager Leonardo Cappiello a farla da padrone sono i prodotti antiossidanti e ad alto contenuto di fibre e vitamine come il centrifugato di sedano e la polpa di goiaba, un frutto originario del Messico e dell’America Centrale ricco di vitamina C e di sostanze antiossidanti. E al posto dello zucchero, ecco il miele di castagno.

BACCHE DI GOJI: ENRICO BARTOLINI HA SCELTOQUELLO ITALIANE
Ormai è appurato: le bacche di Goji forniscono molti sali minerali, vitamine e antiossidanti. Quindi aggiungerle nei vostri menù è un’ottima idea, anche se possono essere abbastanza costose.

Enrico Bartolini

Tra chi crede nel prodotto è lo chef pluristellato Enrico Bartolini che però ha usato bacche di Goji coltivate in Italia (provenienti dall’azienda Favella) per un menu speciale al Mudec di Milano.

Come mai? Perché una ricerca del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche dell’Università di Perugia ha messo in evidenza che le bacche di Goji coltivate in Italia sono migliori di quelle provenienti dai paesi asiatici sia in termini di concentrazione che di qualità dei carotenoidi.

Articoli correlati

Torna Gourmandia – Le Terre Golose del Gastronauta, il salone dedicato alla cultura del cibo e alle eccellenze gastronomiche ideato da Davide Paolini. Dal...

La ricetta del successo dello chef Davide Carannante? Semplicità, qualità, prezzi contenuti e impiattamento gourmet. Responsabile della cucina del ristorante Mamma Oliva di via Monti...

Sulla scia del grande successo di Dining with the Stars, l’appuntamento gourmand che da 4 stagioni porta gli star chef dei JeunesRestaurateurs nelle cucine...

Allievo di Iginio Massari e di Alessandro e Davide Comaschi, Nicolò Moschella è considerato da molti l’enfant prodige della pasticceria italiana. E le ragioni...

Lo chef di fama internazionale Umberto Vezzoli oggi è chef executive del ristorante Ecrudo, un fine dining restaurant del Gruppo Italy First progettato dall'architetto...

È afrodisiaco e fa bene al cuore: come poteva resistere lo chef stellato Andrea Berton al pistacchio della California? Per festeggiare l’amore e la...

Da Iginio Massari a Giancarlo Morelli, da Sebastiano Caridi a Jeric Bautista del BoMaki (la prima catena di ristoranti che ha puntato su...

Gianluca Fusto, il più internazionale dei nostri pasticceri (“Ogni anno, visito ben 30 Paesi stranieri tra consulenze, master di formazione ed eventi”) entro l’estate...