Winchef Contest, Beatrice Segoni vince l’edizione 2016

Si è conclusa, presso la sala Sisal Wincity Diaz di Milano, la finalissima, la sfida decisiva ai fornelli del Winchef Contest. A vincere finalissima, la gara più agguerrita e appassionante, la più dura, è stata Beatrice Segoni con la sua creazione “Spaghetti patate cozze e… caviale”.

Protagonisti della serata sono stati i primi piatti. Si, perché diversamente da quanto attuato nelle tappe locali, nessuno degli chef in gara doveva, nella finalissima, essere avvantaggiato con un ingrediente. Tutti alla pari, tutti pronti a realizzare la ricetta più creativa, più colorata, più gustosa, più…

il-piatto-vincitore-di-beatrice-segoniQuattro le tappe coinvolte nell’iniziativa – Roma, Milano, Catania e Firenze – città che avevano ognuna tanto da raccontare in luoghi concepiti per osservare, assaggiare, imparare, ridere, per vivere momenti culinari davvero intriganti e originali in spazi dove spensieratezza, svago e benessere si coniugano con il buon cibo, per nuove e uniche esperienze di intrattenimento.

Ed è stato lo chef Angelo Troiani conduttore e giudice di questo contest che ha visto coinvolti ben 12 chef di elevata e riconosciuta professionalità. Pronti sempre a mettersi in gioco, a creare e stupire. Ma è stato solo 1 chef per tappa ad avere diritto alla finalissima, pronto a esprimere questa volta il meglio di se stesso.

gli-chef-finalistiQuesti i vincitori che hanno gareggiato nella finalissima e i loro rispettivi “primi piatti”:
Davide Cianetti – Ristorante Pierluigi
Vincitore della tappa di Roma
Piatto finalissima: “Mezzo pacherò all’amatriciana”

Federico Comi – Ristorante Osteria Brunello
Vincitore della tappa di Milano
Piatto finalissima: “Spaghettone pomodoro bianco ricotta bufala al lime, gambero marinato al basilico e pistacchi tostati”

Valentina Chiaramonte – Ristorante Fud Off
Vincitore della tappa di Catania
Piatto finalissima: “Tagliatelle caprino e mandarino”

Beatrice Segoni – Ristorante Konnubio
Vincitore della tappa di Firenze
Piatto finalissima: “Spaghetti patate cozze e…. caviale”

E Beatrice Segoni, oltre alla soddisfazione personale e a un premio in denaro, firmerà il suo piatto vincitore che verrà inserito nel menù delle sale Sisal Wincity di Catania, Firenze, Milano e Roma, come espressione della tradizione, creatività, estro, ingegno, di una tradizione tutta ‘italiana’.

Il giudizio delle performance culinarie è stato affidato a una severa e rigorosa giuria composta da Francesco Durante, a.d. di Sisal Entertainment, chef Angelo Troiani oltre che da Alberto Rossetto, giornalista critico gastronomico, Paolo Vizzari, giornalista critico gastronomico dell’Espresso, Davide Galluccio, manager del ristorante “Larte” Milano e Clara Mennella, vicedirettore di Italia a Tavola.

I giurati hanno analizzato le proposte secondo cinque criteri: di gusto, abbinamento cromatico, food cost, riproducibilità e tecnica di esecuzione. La decisione è stata difficile, quasi al limite del pareggio a dimostrazione che per davvero cucinare è un’arte e gli chef in finale erano davvero pronti a giocarsela, fino all’ultimo colpo di cucchiaio!

E’ stata davvero una festa per tutti, un momento di serenità e ilarità. Chi ha osservato, chi ha carpito qualche segreto culinario, chi cercherà di riprodurre a casa le ricette o chi semplicemente è stato soddisfatto per aver avuto l’occasione di degustare un piatto preparato direttamente dallo chef Angelo Troiani: “Spaghetti “Felicetti” ajo e ojo, peperoncino, pecorino romano, gamberi rossi, limone, menta e scaglie di mandorle”.