Vodka Grey Goose porta la Riviera Francese a Venezia

La vodka Grey Goose è approdata a Venezia, a Palazzo Contarini Polignac, per celebrare nella straordinaria cornice di uno dei più antichi palazzi patrizi della città lagunare il fascino della sua natura francese, con tre giornate di musica e intrattenimento, tra eleganza contemporanea ed eccellenza francese.

La costante presenza di Grey Goose bnei party più glam di Hollywood rinforza il legame con il cinema, ma non solo: anche passione e ricerca sono tratti che accomunano la vodka Grey Goose all’universo del cinema. Ingredienti che si ritrovano nel successo di questo prodotto, che François Thibault, Cellar Master di vodka Grey Goose, ha saputo miscelare sapientemente per creare quella che si definisce “la migliore vodka di lusso al mondo”. Da materie prime 100% francesi e da un’unica distillazione in 5 fasi prende vita una vodka dalla purezza eccezionale, nata nell’area della Grande Champagne, nel cuore della regione francese del Cognac, patria dei migliori distillati del mondo.

Dall’1 al 3 settembre, a Palazzo Contarini Polignac, che affonda le proprie origini nel secolo XV e compare nell’opera del grande pittore impressionista Claude Monet, Grey Goose ha ricreato l’atmosfera glam e raffinata della Riviera Francese con lo spazio straordinario della Boulangerie Bleue, nella quale le tonalità del blu e i colori dell’arredamento hanno riproposto la freschezza raffinata dell’estate francese. Durante le tre giornate di evento gli ospiti selezionati hanno potuto scoprire gli ingredienti del perfetto drink per l’estate, Grey Goose Le Grand Fizz, grazie a una mixology experience a cura di Claudio Bedini, Brand Ambassador di vodka Grey Goose, culminata nella preparazione del drink presso il “Grand Fizz Bar” allestito nella corte interna del palazzo, dove gli ospiti hanno condiviso momenti social all’insegna dello spirito di Grey Goose.

Nel corso dell’esperienza sensoriale organizzata da Grey Goose, parte rilevante è stata anche dedicata a due dei suoi ingredienti fondamentali: il puro grano della Piccardia, il “granaio di Francia”, che fornisce panettieri e pasticceri di tutto il Paese, e l’acqua purissima di Gensac-La-Pallue, che alimenta il processo produttivo della vodka Grey Goose. Sotto la guida di un maestro panettiere, nel laboratorio della Boulangerie Bleue appositamente allestito in una sala del palazzo, gli ospiti hanno potuto dare sfogo alla loro fantasia, creando la propria forma di pane, successivamente consegnato loro in una confezione personalizzata.

Questi istanti più ludici si sono alternati a momenti di approfondimento. All’interno del “Petit Salon”, nella splendida corte del palazzo, prima del lunch e del dinner, gli ospiti hanno infatti incontrato François Thibault e Claudio Bedini che li hanno introdotti nel mondo della vodka Grey Goose. Hanno poi fermato questi attimi grazie alla presenza di un set fotografico dedicato, giocando ad indossare cappelli personalizzati in puro stile “French Riviera”, mentre un artista realizzava disegni a carboncino dei momenti più significativi della serata. Il food servito durante i tre giorni della Boulangerie Bleue è stato curato dallo chef Andrea Berton, allievo di Alain Ducasse, icona della cucina francese, affiancato da Alessia Rizzetto, che ne ha curato la perfect execution, sempre nell’ottica del food pairing con Grey Goose.

L’atmosfera della Riviera Francese era completata da un corner dedicato al “Grey Goose Le Grand Fizz Sorbert”, dal fresco sapore di pesca di vigna, arricchito dal profumo dei fiori di sambuco e delle sfumature di Grey Goose, la cui ricetta è stata elaborata da Bertrand Grébaut, giovane chef pluristellato. Durante le serate, Grey Goose ha firmato anche intrattenimenti musicali di elevata qualità proponendo performer di formazione artistica francese.