Vino, grazie alla ristorazione il fatturato supera gli 11 miliardi

Vino, l’Italia leader del settore avanti a Francia e Spagna grazie all’elevato numero di denominazioni. E nel 2021 il fatturato tocca gli 11 miliardi. Le stime di Coldiretti

 

Oltre gli 11 miliardi: a tanto si stima giungerà il fatturato del mondo del vino. E questo – ci dicono le stime della Coldiretti su dati Assoenologi-Ismea-Uiv- grazie anche alla ripresa delle attività di ristorazione.

L’Italia dunque si conferma leader del settore superando Spagna e Francia, nonostante le indiscutibili difficoltà affrontate a causa della pandemia.

Come spiega Coldiretti, questo primato sulle due cugine europee lo si deve in primis alle 602 varietà iscritte al registro viti contro circa la metà dei francesi con le bottiglie Made in Italy destinate per circa il 70% a Docg, Doc e Igt con 332 vini a denominazione di origine controllata (Doc), 76 vini a denominazione di origine controllata e garantita (Docg), e 118 vini a indicazione geografica tipica (Igt) riconosciuti in Italia e il restante 30% per i vini da tavola.

Dinamico è il panorama vitivinicolo italiano, caratterizzato da una crescente impostazione green a da una spiccata attenzione alla sostenibilità.

Non mancano però scenari, che la Coldiretti stigmatizza come rischiosi. Uno fra tutti è quello che vede l’Unione Europea dare il via libera a nuove pratiche enologiche come la dealcolazione parziale e totale, consentendo tale pratica anche per i vini a denominazione di origine protetta o indicazione geografica protetta.