Victory Headwaters Pale Ale si rinnova

Da secoli gli abitanti di Downingtown, seconda città più grande dello stato americano della Pennsylvania, conoscono ed apprezzano il fiume Brandywine per la qualità e la purezza delle sue acque. Tanto che proprio sulla sponda di questo fiume sorse nel 1996 il birrificio Victory. La birra è infatti composta per oltre il 90% d’acqua e, a dispetto di quello che molti pensano, questo ingrediente è assolutamente fondamentale per ottenere una birra eccellente. Il migliore malto d’orzo, il lievito più selezionato, le varietà di luppolo particolarmente ricercate non possono sopperire ad un’acqua di scarsa qualità.

Victory Headwaters_Pale_AleCosì Victory, oltre ad attingere alle ricche fonti del fiume in questione, ha deciso di farsi carico anche della sua salvaguardia: per ogni bottiglia di Headwaters Pale Ale venduta, infatti, una parte del ricavato va devoluta a progetti di difesa delle sorgenti e delle rive del Brandywine. Oggi Headwaters Pale Ale cambia “faccia”, con una nuova grafica ancora più accattivante e che ne sottolinea il carattere fresco e luppolato, ma non varia la fortunata ricetta di questa American Pale Ale dagli intensi aromi agrumati e floreali, con un corpo deciso eppure scorrevole, a rendere la bevuta decisamente appagante.

E non varia, ovviamente, il progetto di Victory di salvaguardia dell’acqua del territorio, così importante nella perfetta riuscita di questa specialità. Insomma, l’impegno richiesto agli appassionati, anche italiani, è di quelli che si affrontano con piacere: bere una birra eccellente per salvare il pianeta!