Verona tra le 10 capitali mondiali del vino

Verona entra tra le 10 capitali mondiali del vino. A renderlo noto è il sito veronasera.it da cui si apprende che la città sarà la rappresentante italiana dell’enoturismo nel mondo. Nicola Baldo, componente di Giunta della Camera di Commercio di Verona ha firmato il documento di adesione di Verona a Great Wines Capitals, a Porto, in Portogallo. Verona diviene quindi unica rappresentante per l’Italia delle capitali enoturistiche del mondo.

La rete delle Grandi Capitali dei Vini, infatti, (Great Wine Capitals Global Network , Gwc) riunisce dieci grandi città internazionali che condividono uno dei loro principali aspetti economici e culturali: le loro regioni vitivinicole, riconosciute a livello mondiale.

GWC è l’unica rete che lega regioni vitivinicole della “Vecchia Europa” e del “Nuovo Mondo”. Il suo obiettivo è favorire gli scambi commerciali, turistici e accademici tra le prestigiose regioni vinicole di Adelaide in Australia, Bilbao – Rioja (Spagna), Bordeaux (Francia), Città del Capo (Sudafrica), Mainz (Germania), Mendoza (Argentina), Porto (Portogallo), San Francisco – Napa Valley (USA) e Valparaìso – Casablanca Valley (Cile). La decima capitale sarà quindi Verona.

La condivisione del know-how, dell’esperienza e della conoscenza è una delle chiavi di volta della rete GWC; l’idea è che ogni città può realmente beneficiare delle competenze sviluppate dalle altre città della rete e dalle sinergie che si possono instaurare all’interno della rete stessa. Si organizzano, infatti, missioni tecniche o commerciali tra le regioni vinicole appartenenti alla rete, e studi e progetti sull’innovazione e sullo sviluppo dell’enoturismo.