Un’app per trovare ristoranti e prodotti tipici lungo le autostrade

Un viaggio in autostrada può diventare un’ottima occasione per conoscere i prodotti tipici del territorio attraversato. È questo lo scopo di CaselloTypico, un’app per dispositivi mobili che consente a chi viaggia di scoprire ristoranti, prodotti tipici certificati e aziende che producono le tipicità enogastronomiche italiane.

Disponibile in futuro per l’intera rete autostradale, CaselloTypico è attualmente consultabile sulle principali autostrade delle vacanze, tra cui la A24 e la A25 (Roma-L’Aquila-Teramo e Roma-Pescara), che collegano il Lazio con l’Abruzzo, gestite dalla concessionaria Strada Parchi spa, la A14 (Bologna-Taranto), la A12 (Genova-Roma) e la A22 (Modena-Brennero). Si tratta in pratica di una guida interattiva per chi viaggia in autostrada e, nel raggio massimo di dieci chilometri da un qualsiasi casello, vuole concedersi una sosta in cui coniugare curiosità turistica e gusto per il prodotto tipico italiano: una deviazione di pochi minuti dal percorso autostradale, con tutte le indicazioni di CaselloTypico sia in forma testuale che vocale, consente all’utente di conoscere i ristoranti più caratteristici, i prodotti certificati di qualità e le aziende dove è possibile acquistare le migliori produzioni del settore.

L’app può essere usata con la geolocalizzazione da quanti si trovino a passare in un determinato tratto ma anche da coloro che, volendo pianificare il viaggio, programmano in anticipo le soste lungo il percorso. “Pensiamo di aver realizzato uno strumento utile e anche divertente che può contribuire a valorizzare il territorio italiano e le sue specialità”, spiega Edoardo Fedele, amministratore delegato di Typimedia, la società editoriale che ha prodotto e messo online l’app scaricabile per Android e iOS attraverso Google Play e Apple Store; inoltre presto il servizio sarà accessibile anche in versione web, consultabile anche da desktop.

“CaselloTypico sfrutta il database di Typi.it – aggiunge Fedele – la nostra piattaforma del prodotto tipico certificato, e incrocia quei dati con la ricerca minuziosa che i nostri esperti hanno condotto sul territorio per mappare il meglio del cibo italiano di qualità”. Ad oggi sono state censite più di mille strutture, fra aziende e ristoranti, nel raggio di 10 km dai primi 158 caselli, per ognuno dei quali sono disponibili una mappa interattiva della zona circostante con i luoghi d’interesse, le migliori opportunità gastronomiche e la possibilità di lasciare i propri commenti.