U-label, presentata al Vinitaly l’etichetta elettronica del vino

Questa mattina, presso il padiglione del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali a Vinitaly, Federvini, Unione italiana Vini e Comité Vins, hanno organizzato l’evento dedicato alla piattaforma digitale U-label.

Tra gli ospiti istituzionali, Paolo De Castro, europarlamentare, membro della Commissione per l’Agricoltura e lo sviluppo rurale, e Alessia Rotta, Presidente Commissione Ambiente della Camera dei Deputati.

U-label, sviluppata in 24 lingue, consente di fornire ai consumatori in modo chiaro e trasparente, tutte le indicazioni nutrizionali e la lista degli ingredienti dei vini. La piattaforma prevede il rilascio di un QR Code per ciascun prodotto registrato. Una volta inquadrato con il proprio smartphone il QR Code presente sull’etichetta, il consumatore potrà accedere alle informazioni organolettiche e nutrizionali del prodotto, ai messaggi sul consumo responsabile e all’etichettatura ambientale degli imballaggi.

U-label nasce in partnership con le associazioni europee Comité Vins e Spirits Europe non solo per anticipare il rispetto delle scadenze definite in sede comunitaria ma anche per agevolare l’interazione tra produttori e consumatori mediante uno strumento in grado di valorizzare l’esperienza di acquisto e consumo. La piattaforma garantisce la privacy dei consumatori in quanto non dispone di funzioni di tracciamento se non quelle di geolocalizzazione per favorire la consultazione in base alla lingua.

L’evento è stato preceduto da un seminario tecnico, riservato unicamente agli operatori del settore, di presentazione del funzionamento della piattaforma U-label con il contributo di Ignacio Sanchez Recarte, Segretario generale di Comité Vins.

Il commento del Segretario Generale di Comité Vins, Ignacio Sanchez Recarte: “Sono molto orgoglioso di poter presentare al Vinitaly la piattaforma digitale europea U-label e di illustrarne le enormi potenzialità. E’ uno strumento che consente di fornire ai consumatori, non solo, la dichiarazione nutrizionale completa e la lista degli ingredienti dei vini, dei prodotti vitivinicoli aromatizzati, ma anche, di includere ulteriori informazioni sulle caratteristiche dei prodotti. La digitalizzazione rappresenta indubbiamente la nuova frontiera della comunicazione: Comitè Vins in collaborazione con spiritsEUROPE ha lavorato per creare un mezzo che fosse allo stesso tempo semplice ed efficace, ma soprattutto alla portata di tutti”

Vittorio Cino, Direttore di Federvini: “Essere presenti al Vinitaly con un’iniziativa di innovazione e sostenibilità è motivo di grande orgoglio per Federvini. Siamo impegnati a sostegno di questo importante progetto che rappresenta una pietra miliare nella trasparenza sui prodotti alimentari. Per la prima volta i consumatori potranno accedere alle informazioni nella propria lingua scansionando il QR Code posizionato sull’etichetta dei loro vini, aperitivi, liquori e distillati preferiti. U-label pone il nostro settore all’avanguardia nel comparto agroalimentare, evidenziando tutto il potenziale della comunicazione digitale. In questo modo crediamo si favoriscano il dialogo e la fiducia tra produttore e consumatore.”

Per il segretario generale di Unione italiana vini, Paolo Castelletti: “Il vino vuole essere pioniere dell’innovazione legata all’informazione al consumatore e lo farà, a partire da dicembre 2023, attraverso un sistema di regole europee che introduce per la prima volta la digitalizzazione e l’etichettatura elettronica. Con il Ceev abbiamo sviluppato U Label, uno strumento unico che risponderà alla necessità delle imprese. È importante che le aziende inizino a prendere confidenza con la piattaforma al più presto perché il cambiamento sarà epocale per la gestione delle referenze in cantina. Unione Italiana Vini ritiene infine che U-Label possa costituire una grande opportunità per veicolare volontariamente i messaggi di Wine in Moderation”.