Trieste Coffee Festival, la città si conferma capitale del caffè

Contribuire a una sempre più corretta “cultura del caffè”, svelarne i segreti e promuovere il consumo consapevole di caffè di qualità, attraverso una serie di iniziative legate alla storia, alle caratteristiche e alle modalità di preparazione della celebre bevanda. Questo lo scopo del Trieste Coffee Festival, evento dedicato al grande pubblico, la cui quarta edizione animerà vari luoghi di Trieste da domenica 29 ottobre a domenica 5 novembre 2017. Il programma completo dell’iniziativa è stato presentato oggi in anteprima alla stampa da Maurizio Bucci, Assessore al Turismo del Comune di Trieste, Fabrizio Polojaz, Presidente dell’Associazione Caffè Trieste e titolare della torrefazione Primo Aroma, da Alberto Polojac, responsabile acquisti e qualità di Imperator e ideatore di Trieste Coffee Festival. Varie le location, cittadine e non solo, che ospiteranno gli eventi. Sede principale Palazzo Gopcevich (via Rossini 4, Trieste), storico edificio al centro del collegamento tra l’antica area portuale e quella commerciale della città.

Ideato da Alberto Polojac, responsabile acquisti e qualità di Imperator, promosso dall’Associazione Caffè Trieste e ICA – Italian Coffee Association, in co-organizzazione con l’Assessorato allo Sviluppo Economico e al Turismo del Comune di Trieste, con il patrocinio di Turismo FVG e della Camera di Commercio, Industria, Agricoltura e Artigianato della Venezia Giulia, l’evento sarà incentrato su Il viaggio del Caffèper approfondire la storia del lungo legame tra la bevanda e Trieste, le tradizioni e le innovazioni emerse nel corso degli anni, le caratteristiche e le modalità di preparazione.

Un viaggio nel gusto e oltre, lungo ben 7 giorni, che coinvolgerà crudisti, torrefattori, produttori, esperti del settore, caffè storici e nuovi esercizi e che sarà caratterizzato da incontri aperti a curiosi di ogni età, da laboratori per bambini, da eventi sensoriali e dimostrativi sul mondo del caffè, da stand espositivi e dall’ormai celebre sfida tra baristi triestini per il miglior “capo in b”.

Il Festival inzia domenica 29 ottobre, dalle 10 alle 13, con l’evento Torrefazioni aperte, la giornata dedicata alla tostatura e alle aziende della filiera del caffè, con l’apertura di Excelsior Industria Caffè Torrefatto (Via Cumano 14/1 a Trieste – tel. 040391185 e email info@caffeexcelsior.it), Guatemala Torrefazione Caffè (Via Padovan 4 a Trieste – tel. 040393733, 040944228 e email info@caffeguatemala.com) e Primo Aroma (Stazione di Prosecco 36/B a Sgonico – tel. 040225270 e email info@primoaroma.it). In aggiunta, sarà visitabile dal pubblico anche la Bloom Coffee School (Campo del Belvedere 6 a Trieste – tel 0403727509 e email hello@bloomcoffeeschool.it), la scuola di formazione creata da Imperator. Durante Torrefazioni aperte il pubblico potrà conoscere da vicino l’arte della tostatura e vedere come si lavora il caffè che poi viene bevuto in casa e al bar ogni giorno. La partecipazione è gratuita ed è gradita la prenotazione della visita ai recapiti dell’azienda che si intende visitare. Da lunedì 30 ottobre a domenica 5 novembre il Festival si sposta a Palazzo Gopcevich (via Rossini 4, Trieste).

Ogni giorno incontri gratuiti, con prenotazione obbligatoria a: eventi@triestecoffeefestival.it. Si inizia lunedì 30 ottobre alle 15.30 con il Laboratorio di pittura creativa per adulti a cura di Elena de Giorgi (grafica-pubblicitaria e illustratrice) e Fabiola Faidiga (artista). Alle 17.30 spazio per la bellezza con il primo dei due “Coffee Beauty Event”, promosso da Lotus City Spa con l’evento Le sfumature del caffè nel make-up, a cura di Luisa Dri. Martedì 31, sempre alle 15.30, si ripete il Laboratorio di pittura creativa per adulti, mentre alle 17.30 l’appuntamento con la bellezza è incentrato su Caffè e beauty routine. Mercoledì 1 novembre, tre incontri a tutto caffè: alle 10.00 Riscoprire la moka. Come preparare un caffè di qualità con la caffettiera più amata dagli italiani, a cura di Lucio del Piccolo (Ricercatore storico e collezionista di apparecchi casalinghi per la preparazione del caffè, alle 11.00 L’espresso perfetto. Come riconoscere un caffè di qualità al bar a cura di Alberto Polojac, responsabile acquisti e qualità di Imperator e Direttore della Bloom Coffee School e alle 12:00 La qualità nel decaffeinato a cura di Giovanni Bortoli, responsabile acquisti caffè verde, consulenza e formazione Demus spa. Venerdì 3 novembre, alle 11.00 Cialde e Capsule: due sistemi a confronto, incontro a cura di Torrefazione San Giusto su due modalità di preparazione del caffè sempre più presenti nelle case degli italiani.

Negli stessi giorni, tanti anche i laboratori gratuiti per bambini, grazie alla collaborazione con realtà formative, associazioni, artisti, realizzati in italiano, sloveno, inglese e tedesco: Gruppo Immagine e Mini Mu, Il Fiorificio, l’illustratrice e graphic-designer Dunja Jogan, Goethe-Zentrum Triest, Giocomondo, Nati Per Leggere. Tutti i laboratori sono gratuiti, previa prenotazione obbligatoria a: lab@triestecoffeefestival.it.

Sabato 4 e domenica 5 novembre le giornate “clou” della manifestazione: dalle 10 alle 17.30 gli spazi di Palazzo Gopcevich diventeranno una Bottega del Caffè con i corner espositivi di Imperator/Bloom Coffee School, Guatemala Torrefazione Caffè, Primo Aroma, Torrefazione San Giusto, che presenteranno le loro specialità.

Sempre a sabato 4 novembre alle 11 il Trieste Coffee Festival dà appuntamento alle persone con disabilità visiva, con I sensi del caffè, laboratorio degustativo per persone cieche, realizzato in collaborazione con Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, sezione di Trieste. Alle 15 si potrà scoprire L’importanza dell’acqua nell’estrazione del caffè con l’incontro a cura di Sergio Barbarisi, direttore generale Italia BWT Water and more. Alle 18.30 il caffè incontra la letteratura e la musica con Parole Note Live, un progetto che nasce dall’omonima trasmissione in onda su Radio Capital, in cui alcuni tra i migliori attori italiani leggono poesie e monologhi con un accompagnamento musicale. A Trieste, lo il dj Maurizio Rossato e lo speaker Giancarlo Cattaneo, porteranno un’edizione speciale di Parole Note interamente dedicata al caffè.

Domenica 5 novembre alle 11 il Festival ospita la torrefazione Amigos Caffè e il crudista Sandalj Trading per la Presentazione della miscela di caffè “Mingardi S”.

Immancabile l’appuntamento con la Capo in B Championship l’ormai celebre gara tra i baristi del territorio per il miglior “cappuccino in bicchiere”, uno dei caffè preferiti dai triestini, in programma domenica 5 novembre dalle ore 16. La competizione, realizzata in collaborazione con la Fipe di Trieste, prevede la valutazione dei caffè da parte di una giuria di esperti che analizzeranno l’aspetto visivo, le proporzioni tra caffè e schiuma e il gusto delle singole preparazioni.

In occasione del Trieste Coffee Festival il Museo del Caffè sezione del Museo Commerciale di Trieste, con un’ampia esposizione di oggetti legati al caffè, sarà aperta gratuitamente al pubblico venerdì 3, sabato 4 e domenica 5 dalle 10:00 alle 16:00. Il Museo è aperto grazie alla collaborazione della Camera di Commercio, Industria, Agricoltura e Artigianato della Venezia Giulia e dell’Associazione Museo del Caffè Trieste.

Il Trieste Coffee Festival porta anche alla scoperta della città di Trieste con i Trieste Coffee Tour, due camminate tra vari luoghi cittadini legati alla celebre bevanda: edifici storici, palazzi istituzionali, locali antichi e nuovi. Venerdì 3, sabato 4 e domenica 5, a cura di Cristina Favento, giornalista, blogger e accompagnatrice turistica, alle 14:00 tour in inglese tra Palazzo Gopcevich, Ponte Curto, Piazza Borsa, Piazza Unità e Antico Caffè San Marco e alle 15:15 tour in italiano da Antico Caffè San Marco, Piazza Ponterosso, Via San Nicolò, Piazza Borsa e Museo Commerciale. Sabato 4 e domenica 5, a cura dei volontari del Gruppo FAI Giovani di Trieste, alle 10:00, tour in italiano tra Palazzo Gopcevich, Museo Commerciale, Caffè Tommaseo, Caffè Urbanis, ex Caffè Tergesteo, Caffè degli Specchi, Antico Caffè Torinese, Caffè Stella Polare e Pasticceria La Bomboniera. I tour sono gratuiti, aperti a massimo 25 persone, con prenotazione obbligatoria a: eventi@triestecoffeefestival.it.

Il Trieste Coffee Festival è anche appuntamenti diffusi in varie location: mercoledì 1 novembre alle 16:30 appuntamento da Mug (piazza Hortis 6) con Filter Coffee abbinati alla Pasticceria, in collaborazione con Guatemala Torrefazione caffè e Bunn, alle 18:00 Aperitivo con Coffee Cocktail progettatiin collaborazione con Ibl – italian Barista lab da Retrò (viale XX settembre 16). Venerdì 3 novembre alle 20:00 serata esclusiva su prenotazione (040410884 e info@tremerli.it) alla Trattoria Tre Merli con Una cena al caffè, serata con un menù speciale creato per il Festival a base di caffè. Sabato 4 novembre alle 10:30 appuntamento da Eataly (Riva Gulli 1) con l’appuntamento Coffee Memories: dal cappuccino al capo in b promosso dall’Associazione Museo del Caffè (info e prenotazioni: amdcTrieste@gmail.com).

Al Trieste Coffee Festival ci sarà spazio anche per la solidarietà con l’A.B.C. – Associazione per i Bambini Chirurgici del Burlo Onlus e l’ADMO-Associazione Donatori di Midollo Osseo Friuli Venezia Giulia Onlus. Quest’ultima come di consueto metterà in vendita le piantine di caffè in cambio di una donazione per le proprie attività.

Anche quest’anno al Trieste Coffee Festival sarà possibile acquistare simpatici gadget legati al caffè, per una sferzata di energia da indossare o da portare con sé.