Tennent’s, serie limitata per sostenere la ricerca sulla celiachia

Lo storico birrificio scozzese Wellpark Brewery di Glasgow, con alle spalle oltre 400 anni di produzione, lancia sul mercato italiano una bottiglia a “serie limitata” di Tennent’s 1885 Lager Gluten Free, la birra senza glutine che possono bere anche celiaci e intolleranti al glutine. Scopo dell’operazione sostenere la ricerca a favore del Centro per la Prevenzione della Malattia Celiaca – Fondazione IRCCS Ca’ Granda del Policlinico di Milano.

_MG_0877L’iniziativa è stata presentata nel corso della serata organizzata il 22 settembre presso lo Sloan Square, in occasione della Milano Beer Week. Gli ospiti hanno assistito allo show cooking gluten free dello chef Marcello Ferrarini in abbinamento a Tennent’s 1885 Lager Gluten Free. Presente anche il dottor Luca Elli, che gestisce il Centro per la Prevenzione della Malattia Celiaca del Policlinico di Milano.

Dopo due anni di distribuzione in Italia della prima birra senza glutine prodotta dalla casa scozzese, Tennent’s Authentic Export ha quindi deciso di sposare questo progetto per sostenere la ricerca in ambito molecolare, che risulta di fondamentale importanza per la comprensione dei meccanismi alla base della malattia celiaca, che registra nel nostro Paese una costante e preoccupante crescita. In Italia la celiachia riguarda più di 600.000 persone, mentre le diagnosi di intolleranza al glutine aumentano del 10% all’anno tanto che oggi interessano una persona su 100._MG_0912

Dare un aiuto concreto a centri specializzati come questo significa migliorare la comprensione dei micro RNA non codificanti che regolano l’espressione genica di molte proteine coinvolte nello sviluppo e nel metabolismo cellulare, nella fibrosi e nella funzione immune. Si tratta di un altro passo per realizzare un sogno: trovare una soluzione al problema della celiachia.

«Il progetto che vogliamo ampliare grazie a tale donazione riguarda l’individuazione di alcuni marcatori (biomarker) presenti nel sangue periferico dei celiaci che ci consentano di valutare la presenza di tale disturbo autimmune saltando la biopsia duodenale e la gastroscopia – dichiara Luca Elli. – Inoltre questi marker potranno anche darci degli indizi riguardo la prognosi e lo sviluppo di possibili comorbidità».

La gamma Tennent’s Authentic Export è importata in Italia da Interbrau.