cocktail

05 Dicembre 2022

Gli spirits di Opificio Fred per una mixology naturale

di Jessika Pini


Gli spirits di Opificio Fred per una mixology naturale

Spirits artigianali e con ingredienti di prima qualità, provenienti dal territorio friulano e italiano sono il tratto distintivo dei prodotti di Federico Cremasco. Tra le novità il Vermouth aromatizzato al miele di castagno, il bitter addolcito con il melograno e in primavera una tonica speciale

Prosegue la crescita di Opificio Fred, distintiva azienda friulana produttrice di spirits artigianali con ingredienti di alta qualità. Gin, bitter, vermouth, amaro e liquori frutto della meticolosa ricerca di Federico Cremasco, erborista, alchimista e distiller, capace di esaltare le qualità organolettiche del patrimonio botanico locale e italiano. Le materie prime vegetali che Fred utilizza nei suoi prodotti provengono dal suo orto botanico, dalle colline e dai boschi che circondano Polcenigo, paese di risorgiva in provincia di Pordenone, oppure dalle zone più vocate d’Italia. La capacità e la pazienza di Fred di creare degli equilibri perfetti, anche tra un numero rilevante di botaniche, ha generato prodotti premium per la mixology di qualità che si differenziano dall’ampia offerta di mercato di queste referenze.

Botaniche in equilibrio perfetto

Pensato per il classico Negroni il trittico della linea Fred Jerbis. Gin 43, tra i gin in commercio con il maggior numero di botaniche, si caratterizza per la colorazione giallo-paglierina data dall’infusione a freddo dei fiori d’arancio e zafferano. Grazie al recente acquisto di un nuovo alambicco Federico Cremasco porta la propria capacità produttiva giornaliera a 1.000 litri. Vermut 25 invece, realizzato con un vino autoctono friulano di alta qualità, il Verduzzo, presenta 18 gradi ed è composto da 25 erbe, con un affinamento del prodotto di quasi 1 anno. Nella nuova versione viene proposto con l’aggiunta di miele di castagno. Infine troviamo Bitter addolcito con il melograno sia per spritz che per cocktail.

Nell’autunno del 2021 è stata lanciata la linea di liquori Fred Alkemil. Realizzata artigianalmente con botaniche friulane seguendo un’antica ricetta del XIX secolo, la nuova linea di liquori è composta da Curaçao Imperiale, Rosolio di Bergamotto, Crème de Cassis, Ratafia alla ciliegia, Maraschino, Creme Violette, Liqueur Peach e Alchermes.

La prossima primavera, inoltre, Opificio Fred lancerà una tonica molto speciale, recuperando l’antica ricetta del 1953 della Gorgazzina nata proprio a Polcenigo.

Il territorio al centro

Il Friuli è una delle regioni botanicamente più affascinanti d’Italia e da secoli questo patrimonio è stato sfruttato nella tradizione locale”, spiega Cremasco che con la sua attività ha contribuito a valorizzare il territorio.

A Polcenigo nel cuore della zona collinare delle Prealpi friulano, Fred ha realizzato un giardino botanico, la distilleria, un cocktail bar, dove la drink list pensata con i suoi prodotti è abbinata a focacce gourmet, e di recente ha rilevato la pizzeria, la cui specialità è una pizza a lunga lievitazione e cotta in teglia, proposta anch’essa con farciture gourmet o classiche. Come aperitivo sono proposte colorate varianti dello spritz (Prosecco-violetta, Prosecco-bergamotto, Prosecco Alchermes, ecc.) con la linea Fred Alkemil.

100% ecosostenibile

Nel 2023 Opificio Fred si certificherà 100% ecosostenibile. Il percorso verso la sostenibilità vede un impegno lungo tutta la filiera per consegnare al consumatore prodotti artigianali, bio, ecosostenibili, no waste ed eco-friendly. Le botaniche vengono essiccate, macerate e distillate in corrente di vapore, senza l’aggiunta di coloranti o di altre sostanze chimiche. Mentre le bottiglie, tutte da 700 ml, sono realizzate in vetro riciclato, con tappo in faggio naturale e gli imballaggi in cartone riciclato all’80%, fermo restando l’obiettivo di portare anche il packaging al 100% della riciclabilità. L’energia utilizzata nella produzione arriva da fonti rinnovabili e non vengono utilizzati combustibili fossili.

Oggi la linea Fred Jerbis, presente sul mercato italiano e in continua espansione su quello estero, in particolare negli Usa, si è allargata anche a nuovi spirit – Gin 7 Acacia Barrel, Fernet 25 Chestnut Barrel, Vermut 16 Cherry Barrel – che ricalcando le caratteristiche di tutti i prodotti di Opificio Fred, si presentano equilibrati, facili da bere, ma allo stesso tempo ricchi di profumi e sfumature.

TAG: FRED JERBIS,OPIFICIO FRED,FRED ALKEMIL,FEDERICO CREMASCO

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

15/04/2024

Drink con il vino (e lo champagne) tra gli ingredienti base: come hanno rilevato numerose survey è questa una delle principali tendenze del 2024 della mixology internazionale sulla cui scia...

15/04/2024

Sostenibili a tavola? Un desiderio comune. Anche tra gli utenti di TheFork, l’app per la prenotazione che gestisce 20mila ristoranti in tutta Italia. Di questi, 1133 segnalano la proposta di piatti...

A cura di Anna Muzio

15/04/2024

Raddoppio a Milano per La Esse Romagnola: al ristorante di via Tortona ora si aggiunge la nuova apertura nel quartiere Isola, in via Ugo Bassi 14, ai piedi di "Primo", il building di 8.500 metri a...

15/04/2024

Italia senza vino? Quali sarebbe le conseguenze perla nostra economia? E ancora: in che misura gli allarmismi europei stanno danneggiando il comparto? Ad analizzare l'impatto in caso di un'ipotetica...

 

Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Iscriviti alla newsletter!

I PIÙ LETTI

È andata all'amaro Amara la medaglia d'oro della Spirits Selection del Concours Mondial de Bruxelles: il riconoscimento, ottenuto a due anni di distanza da quello al World Liqueur Awards, è frutto...


I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Si sente spesso dire che tra gli ingredienti fondamentali per il successo di un pubblico esercizio ce n’è uno non certo facile da reperire: l’esperienza. Se è così, allora Tripstillery va sul...


Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top