pubblici esercizi

01 Luglio 2022

Ccnl, Fipe: “Al lavoro per aumentare la qualità dei contratti”

di Giulia Di Camillo


Ccnl, Fipe: “Al lavoro per aumentare la qualità dei contratti”

Sensibilizzazione sul tema e controlli più efficaci. È quanto intende fare Fipe Confcommercio in merito al progredire del dumping contrattuale, fenomeno su cui proprio in queste settimane è stato lanciato un manuale con all'interno un'analisi specifica sul Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (Ccnl).

Questo manuale è nato innanzitutto con la finalità di fare una ricognizione dell'esistente – spiega Andrea Chiriatti, area relazioni sindacali, previdenziali e formazione di Fipe – E cercare dunque di capire la dimensione del fenomeno, come si sviluppa e su quali istituti contrattuali impatta. Anche perché non è solo una questione di illegalità nei confronti dei dipendenti ma è soprattutto una questione di concorrenza sleale tra aziende. Per intenderci, se io pago meno di te è come se stessimo partecipando a una gara di velocità e partissi almeno dieci metri più avanti”.

Maggiorazioni, lavoro supplementare e gioco al ribasso nel part-time

La linea Fipe – che ha redatto il manuale in tandem con Adapt – è quella di andare oltre i minimi contributivi, “oggi regolati per legge dallo Stato e che consente agli ispettori di intervenire laddove si riscontra un'evasione contributiva e quindi una retribuzione illegale”, aggiunge Chiriatti. Ciò che va analizzato e combattuto con urgenza, però, sono tutti gli altri istituti contrattuali, “soprattutto quelli di natura non economica come può essere il periodo di prova e le varie maggiorazioni come il lavoro straordinario, notturno e festivo, dove abbiamo riscontrato retribuzioni tutte inferiori a quelle previste nel nostro contratto. Per certe cose sono assolutamente necessarie verifiche certosine, specifiche”. 

Chiriatti fa l'esempio chiaro di chi esegue lavoro notturno nelle stazioni di servizio: “Basta solo immaginarlo cosa vuol dire pagare la metà, e quindi un terzo o anche un quarto rispetto al nostro 60%. È un elemento di gestione scorretta e di forte penalizzazione del lavoratore, che crea di conseguenza sfiducia nel settore. Fino alla gravità nel caso del lavoro a tempo parziale, soprattutto quello involontario, dove si crea enorme squilibrio, e nel nostro settore c'è una forte incidenza di questa tipologia di contratto”.

Emergenza controlli, si va verso i protocolli d'intesa

Step importante nel percorso di sensibilizzazione e lotta alla contrattazione collettiva pirata condotta da Fipe è l'appuntamento del prossimo 18 luglio, quando nella sede del Consiglio Nazionale dell'Economia e del Lavoro (Cnel) ci sarà la presentazione pubblica del manuale “Dumping contrattuale nel settore dei pubblici esercizi”: “Coinvolgeremo tutte le istituzioni necessarie, l'obiettivo è quello di realizzare dei protocolli d'intesa con l'ispettorato per aumentare l'attenzione sulla problematica e intensificare i controlli – commenta Andrea Chiriatti – È fondamentale spingere sull'applicazione delle circolari emesse, altrimenti rimangono lettera morta. Inoltre, va incrementato il numero di ispettori ponendo attenzione a tutta l'applicazione del contratto collettivo”. 

Welfare al centro del rinnovo

Infine, working in progress per il rinnovo del testo, che copre quasi 400mila lavoratori ed è scaduto lo scorso dicembre 2021. “Stiamo seguendo una direzione precisa – conclude il responsabile dell'area relazioni sindacali, previdenziali e formazione di Fipe – Nel nostro Paese c'è uno scarso livello di produttività e vorremmo inserire dei principi anche in ottica premiale, utilizzando alcune leve come il welfare, sempre più apprezzato e richiesto in quanto ha valore sia per il lavoratore che per il datore. E ancora, stiamo ragionando sull'attrattività del settore e sulla formazione, per consentire ai lavoratori di essere più spendibili nel mercato e avere poi una retribuzione più elevata dando qualità ai contratti”.

TAG: CAFFè DIEMME,MARCO BERETTA,FIPE – CONFCOMMERCIO,ANDREA CHIRIATTI,DUMPING CONTRATTUALE

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

12/07/2024

Meno del 10% delle imprese italiane della ristorazione utilizza un sistema di ordini e pagamenti integrato a supporto del proprio business. L'obiettivo è ridurre tempi di attesa e...

12/07/2024

Obiettivo whisk(e)y, o whisky. Comunque lo vogliate chiamare sarà lui il protagonista del Bar Convent Berlin 2024, la manifestazione in programma nella capitale tedesca dal 14 al 16 ottobre...

11/07/2024

I consumi di vino negli Stati Uniti stentano a ripartire: il saldo tendenziale dei primi cinque mesi del 2024 basato sugli ordini dei magazzini da parte di Horeca e grande distribuzione segna un -8%...

11/07/2024

Il Pulp & Purple di Omar Vesentini, proprietario dell’Hemingway Cocktail Bar di Como, è il miglior signature cocktail della quinta edizione della Como Lake Cocktail Week. Il bartender ha...

 


Una soluzione di filtrazione ad alte prestazioni in grado di soddisfare le esigenze principali nelle cucine professionali quando si parla di vapore e lavaggio. Si chiama BRITA...


Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Iscriviti alla newsletter!

I PIÙ LETTI

È andata all'amaro Amara la medaglia d'oro della Spirits Selection del Concours Mondial de Bruxelles: il riconoscimento, ottenuto a due anni di distanza da quello al World Liqueur Awards, è frutto...


I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Si sente spesso dire che tra gli ingredienti fondamentali per il successo di un pubblico esercizio ce n’è uno non certo facile da reperire: l’esperienza. Se è così, allora Tripstillery va sul...


Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top