caffè

25 Luglio 2020

Il museo del caffè entra in azienda

di Claudia Ferretti


Il museo del caffè entra in azienda

Un museo aziendale è un utile strumento per valorizzare la storia, migliorare la qualità del prodotto e coadiuvare il marketing. Lo spiega Lara Caballini di Sassoferrato, Amministratore Delegato di Dersut Caffè, azienda socia dell’Istituto Espresso Italiano (IEI).

Perché dare vita a un museo del caffè?
Il Museo del Caffè Dersut, sito a Conegliano, nasce nel 2010 su volontà di mio padre Giorgio, per raccontare la lunga storia aziendale. Riscoprendo l’importante patrimonio di documenti, fotografie e attrezzature da noi custodito è sorto anche il desiderio di diffondere la cultura dell’espresso italiano, affinché tutti, operatori e consumatori, potessero saperne di più e insieme migliorare la qualità di questo prodotto di eccellenza del made in Italy, che ci auguriamo possa essere presto riconosciuto e tutelato come bene immateriale Unesco,  lungimirante obiettivo del Consorzio di Tutela del Caffè Espresso Italiano Tradizionale, presieduto da mio padre. Il patrimonio aziendale è uno strumento di marketing sempre più importante. L’heritage marketing è prezioso supporto alla crescita aziendale con importanti risvolti commerciali e di immagine. A supporto di queste azioni, siamo infatti iscritti a Museimpresa, l’associazione dei musei e archivi aziendali nazionali supportata da Confindustria. La nostra marketing manager è mia sorella Giulia.

Chi vi si incontra e che attività vi si svolgono?
Il museo viene aperto al pubblico per visite guidate svolte su prenotazione per soddisfare il numero crescente di appassionati che, accompagnati dal nostro personale, svolgono un viaggio storico-didattico lungo la filiera del caffè, dalla pianta alla tazzina, per degustare in fine il bramato espresso. Una spaziosa aula è destinata a corsi di formazione per operatori del settore e aspiranti: dall’estrazione, alla latte art, fino all’assaggio e la valutazione dell’espresso con l’Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè (Iiac). Per il futuro prevediamo corsi rivolti ai clienti finali dell’espresso, per un consumo più consapevole.

Che valore ha IEI nella diffusione della cultura e dell’espresso italiano?
Siamo soci dell’espresso italiano perché le finalità di tutela e cultura dell’espresso italiano sono l’obbiettivo primario di IEI. In occasione di Sigep organizziamo da due anni presso il nostro stand una delle tappe di qualificazione preliminare di Espresso Italiano Champion coinvolgendo gli studenti delle scuole alberghiere del territorio. Questi giovanissimi futuri baristi mi hanno colpito per tenacia, determinazione e la grande preparazione dimostrati mettendosi in gioco in una competizione con regole severe di fronte a un pubblico numeroso: un grande motivo d’orgoglio per il nostro settore e per l’espresso made in Italy. L’espresso è un vero patrimonio, non solo per le sue caratteristiche qualitative, ma anche il suo essere da sempre momento di condivisione.

L’Istituto  Espresso Italiano (www.espressoitaliano.org), di cui fanno parte torrefattori, costruttori di macchine e macinadosatori e altri sodalizi che volgono la loro attenzione all’espresso di qualità, oggi conta 34 soci con un fatturato aggregato di circa 700 milioni di euro.

TAG: MARKETING,MADE IN ITALY,BARISTA,ESPRESSO ITALIANO,COFFEE,CAFFè DERSUT,CONFINDUSTRIA,COFFEE BARISTA,MUSEIMPRESA,ISTITUTO ESPRESSO ITALIANO,IEI,PROFESSIONE,MIXER 327,MUSEO AZIENDALE

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

17/05/2024

Apre oggi pomeriggio a Napoli, in piena Galleria Umberto I, Mondadori MA Bookstore & Mondadori Caffè Kremoso. L'appuntamento con la new-entry della...

17/05/2024

C'è un nuovo premium gin nel portfolio Mercanti di Spirits, Crespo Luna Rosa – Strawberry & Rose, un prodotto senza coloranti, senza aromi artificiali e con poche calorie, imbottigliato...

17/05/2024

A prima vista Kevin Kos sembra un giovane ufficiale austriaco della Vienna primo Novecento. Alto, biondo, gli occhi chiari coi i baffi arricciati all’insù. Siamo in una saletta riservata del Drink...

A cura di Sapo Matteucci

17/05/2024

Giampiero Pacchiano, Cris Sola del Kadavè. Sono loro i vincitori dei Barback Games 2024, quest’anno al Roma Bar Show. I due ragazzi da Sant’Anastasia (NA)...

 

Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Iscriviti alla newsletter!

I PIÙ LETTI

È andata all'amaro Amara la medaglia d'oro della Spirits Selection del Concours Mondial de Bruxelles: il riconoscimento, ottenuto a due anni di distanza da quello al World Liqueur Awards, è frutto...


I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Si sente spesso dire che tra gli ingredienti fondamentali per il successo di un pubblico esercizio ce n’è uno non certo facile da reperire: l’esperienza. Se è così, allora Tripstillery va sul...


Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top