08 Luglio 2020

Olivante avvicina i ristoratori all’arte dell’olio Made in Italy

di DALLE AZIENDE


Olivante avvicina i ristoratori all’arte dell’olio Made in Italy

L’olio è l’ingrediente chiave della dieta mediterranea e rappresenta parte integrante della tradizione culinaria italiana. Nonostante ciò però, la cultura dell’olio non si è ancora ampiamente diffusa nel nostro Paese, limitando le nostre scelte, sia domestiche che al ristorante, ai prodotti più standardizzati. Intercettando questo bisogno nasce Olivante, startup pugliese che punta a creare la più ricca carta delle cultivar di olio, mettendo in contatto le piccole produzioni locali direttamente con i ristoratori di tutta la Penisola.

Vincitrice del bando Pin - Pugliesi Innovativi e di un finanziamento a fondo perduto della Regione Puglia di 30.000 euro, la missione di Olivante è quella di offrire a tutti gli chef la migliore esperienza d’acquisto, partendo dalla scelta dell’olio più adatto alle loro esigenze in cucina. Tramite l’apposita sezione dedicata sul portale www.olivante.it, il ristoratore potrà scaricare la Carta degli Oli e la Guida e valutare facilmente le sue preferenze, dalla tipologia della sua cucina ai suoi piatti vincenti, ed effettuare così l’ordine.

In questo modo, non solo potrà risparmiare fino al 30%, interrompendo la catena di intermediazione della grande distribuzione ricevendo l’ordine direttamente al ristorante, ma avrà la possibilità di scoprire fino a 21 cultivar differenti, ad oggi, sperimentando gli abbinamenti più ricercati. Così come per il vino, anche per l’olio esiste infatti il giusto abbinamento per ogni piatto. Se per il vino però le competenze generali di ognuno sono più diffuse, sull’olio manca ancora questa consapevolezza.

In Italia esistono infatti oltre 600 cultivar di cui 400 autoctone, ponendo il nostro Paese leader a livello mondiale per tipologie di olio prodotte. Nonostante ciò, è estremamente raro trovare al ristorante una carta degli oli, così come il prodotto stesso utilizzato non come mero condimento, bensì ad esaltazione della pietanza.

Secondo Mario Morrone, co-founder di Olivante, “sarà invece proprio l’olio l’elemento distintivo che caratterizzerà l’esclusività di un ristorante. A differenza della carta vini, ormai basilare in ogni cucina, sarà la proposta di oli ricercati l’elemento chiave, sinonimo di sperimentazione e tradizione al tempo stesso. Se nei ristoranti più giovani, soprattutto nel Nord Italia, riscontriamo molta curiosità per questo mondo, nel sud della Penisola, dove c’è molta più disponibilità del prodotto nelle vicinanze, l’interesse è più spiccato da parte dei produttori che riconoscono in Olivante un progetto dal quale può trarne beneficio l’intero territorio”.

Ogni piatto estivo ha la sua cultivar: ecco alcune proposte di Olivante

Consultando la carta degli abbinamenti proposta da Olivante scopriamo ad esempio che le bruschette al pomodoro, l’aperitivo all’italiana per eccellenza, si sposano alla perfezione con Coratina e Frantoio, oppure che l’insalata di farro, che accompagna le nostre pause pranzo estive, viene esaltata nel gusto dal Maurino toscano, o infine che un semplice carpaccio di salmone si impreziosisce grazie alle note fruttate e leggermente piccanti della Peranzana. Anche la maionese, la salsa che più di tutte rappresenta proprio la stagione estiva, si impreziosisce grazie all’Arbequina, un olio fresco e dolce e privo di qualsiasi retrogusto amaro. La Tonda Iblea, con il suo colore dorato e il suo gusto armonico e intenso, diventa infine l’alleato fondamentale nelle tartare di pesce crudo come la ricciola e il pesce spada, grazie al suo bouquet di sentori molto variegati come pomodoro, mandorla, carciofo e erbe aromatiche.

Quella dei fratelli Morrone non è quindi una semplice startup, ma un’eccellenza del Made in Italy, pronta a esportare, in Italia e nel mondo, la ricchezza dei nostri ingredienti.

TAG: OLIO,OLIVANTE

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

12/04/2024

È Leidy Yulieth Arias Aguirre la prima finalista dell’Espresso Italiano Champion, il campionato nazionale che vede sfidarsi i migliori baristi in prove di qualità e abilità.La giovane barista di...

12/04/2024

Dalle Alpi Marittime alle giacche a vento degli atleti di sport invernali italiani: è il nuovo viaggio intrapreso da Acqua San Bernardo che ha presentato ieri ad Alba la partnership triennale con...

A cura di Anna Muzio

12/04/2024

Anche la brewery veronese Legend Kombucha rivolge l'attenzione al segmento no/low alcol e lo fa con la nuova bevanda analcolica "Contaminazioni" che presenterà attraverso il...

12/04/2024

È italiano il trionfatore della finale Global di The Vero Bartender 2024, la competizione internazionale promossa da Amaro Montenegro e ideata da Armando Testa, che si è svolta al Sympò di...

 

Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Iscriviti alla newsletter!

I PIÙ LETTI

È andata all'amaro Amara la medaglia d'oro della Spirits Selection del Concours Mondial de Bruxelles: il riconoscimento, ottenuto a due anni di distanza da quello al World Liqueur Awards, è frutto...


I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Si sente spesso dire che tra gli ingredienti fondamentali per il successo di un pubblico esercizio ce n’è uno non certo facile da reperire: l’esperienza. Se è così, allora Tripstillery va sul...


Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top