A tavola senza mascherina? Segui il webinar in streaming

Breking news, direbbero gli americani! L’Istituto Superiore di Sanità ha ‘corretto il tiro’ rispetto alla modalità di trasmissione del virus da Sars Cov-2. È stato accertato, infatti, che il Covid si trasmetta in forma maggiore per via aerosol (meno attraverso le droplet). Va da sé che sia ancora più importante il tempo di permanenza all’interno di un locale, ma anche le dimensioni (più piccolo è l’esercizio, maggiore è la possibilità di contagio), il tono della voce (l’emissione di aria quando si parla più forte è superiore, sarebbe opportuno che i locali avessero un buon sistema di insonorizzazione al fine di evitare di dover gridare per parlare con i commensali), e il ricambio frequente di aria.

Sulla base delle conoscenze acquisite nei mesi gli organismi internazionali hanno riconosciuto, quindi, nella trasmissione aerea una modalità significativa di contagio piuttosto che attraverso il contatto con le superfici: una possibilità, questa, ritenuta ora estremamente rara (i Cdc americani parlano di 1 su 10 mila). 

Di conseguenza al momento viene richiesta maggiore attenzione sugli aspetti riguardanti la sanificazione dell’aria e degli ambienti piuttosto che sulle superfici.

Ecco, quindi, che per gestire in sicurezza gli spazi interni di un locale diventi importante purificare l’aria rinnovandola di frequente ma, soprattutto, investendo in sistemi di filtraggio adeguati.

Le tecnologie disponibili

Nel documento emesso dall’Istituto Superiore di Sanità vi sono una serie di tecnologie con capacità virucida con schede di approfondimento e valutazioni tecnico-scientifiche. Uno schema finale riassume potenzialità e rischi di ogni metodo. Il dato probabilmente più importante è che l’unica tecnica sicura e non nociva in presenza di persone siano i purificatori con filtrazione meccanica – filtri HEPA (High Efficienty Particulate Air filter) oppure ancora più performanti, filtri ULPA (Ultra Low Penetration Air).

Per ogni tecnologia è bene controllare le certificazioni su:
– efficienza di abbattimento
– portata dell’aria trattata
– eventuali prodotti inquinanti emessi

Di questo e di molto altro parliamo nel consueto appuntamento de ‘I lunedì di Mixer’, organizzato in partnership con la rivista Casa e Clima, con il webinar ‘A tavola senza mascherina? Come purificare l’aria interna e come gestire i sistemi di climatizzazione in sicurezza’ disponibile in streaming a partire da oggi lunedì 14 giugno.

GUARDA ORA IL WEBINAR

RELATORI

Ing. Michele Vio – Studio Associato Vio, Venezia           

Aldo Fumi, Marketing Director Vortice

SPONSOR: Vortice