Tania Zamparo: al ristorante pensate pure ai bimbi. FOTO

Miss Italia nel 2010, classe 1975, Tania Zamparo il prossimo 7 dicembre non solo festeggia tre anni di matrimonio con il manager svizzero Gianluigi Pacini Battaglia, ma anche tre anni di vita in Svizzera. Dopo le nozze, la giornalista televisiva si è trasferita infatti con il marito a Lugano scegliendo di dedicarsi esclusivamente ai due figli Francesco e Gabriele (rispettivamente di quattro anni e 22 mesi). “Lo ammetto: il lavoro un po’ mi manca, ma i miei bimbi fino ad oggi mi hanno assorbito totalmente. Spero di riappropriarmi almeno in parte della mia vita quando, da metà settembre, Gabriele frequenterà l’asilo nido. Per ora, mi sarebbe impossibile” racconta a MixerPlanet. A 41 anni e con due gravidanze alle spalle, Tania Zamparo è più bella che mai. La nostra chiacchierata parte proprio da qui, dal momento che per Tania mantenersi in forma faceva parte del suo lavoro. Prima come modella, poi come conduttrice tv.

Tania Zamparo

Il segreto del suo fisico perfetto?
Sarò onesta: da quando ho lasciato il mondo della moda mi sono sempre rifiutata di seguire una dieta, tuttavia sto attenta alla linea e all’alimentazione. Da amante della buona cucina, per non ingrassare senza fare sforzi a tavola il mio metodo è quello di evitare i piatti calorici che non mi appagano, come per esempio i fritti, e di coccolarmi ogni tanto con i dolci, di cui invece sono molto golosa. E poi bevo molta acqua e mangio di tutto, sempre poco condito.

È vero che ama andare al ristorante?
Sì, mi piace molto. E ci vado spesso, sia per piacere, sia per lavoro.

Lei è mamma di due figli. Quando esce con la famiglia che ristoranti predilige?
I così detti family friendly restaurant, pensati per accogliere anche un pubblico di bambini.

Secondo lei potrebbero migliorare i family friendly restaurant italiani?
Sì. Fasciatoio a parte, oltre alla sala bimbi, i ristoranti che vogliono fidelizzare le famiglie dovrebbero offrire anche menu, tavoli e sedie a misura di bambino. Lo fa, per esempio, Mucca Pazza, una catena di ristoranti con diversi locali in Italia.

A proposito di locali del cuore, quali sono i suoi family friendly restaurant di riferimento?
A Lugano mi piace la Cucina di Alice. Si trova sul lungo lago ed è un locale piccolo, ma con tantissimi libri e giochi. Sempre in Svizzera, sono affezionata all’Albergo Losone di Ascona che è dotato di una bella piscina con vegetazione tropicale, un giardino menù per bambini, pastelli per colorare al tavolo e persino una pista in mezzo all’orto da percorrere con buffe biciclette. A Roma, poi, vi consiglio I meloncini a Tor di Quinto, Os club che ha un giardino e offre un servizio di animazione per bambini nel week end e la Trattoria Caio Funky.