Spumante italiano, l‘export vola del 26%. Prosecco grande star

Voglia di tornare alla normalità e per lo spumante è un vero exploit a livello mondiale. Per  Prosecco è boom.

290 milioni di bottiglie, pari a un incremento del 26%: vola l’export delle bollicine italiane. Mai  per lo spumante si sono raggiunti volumi così importanti come quelli registrati nel 2021.

A dirlo l’analisi di Coldiretti su elaborazione dei dati Istat relativi al primo semestre dell’anno.

E’ ancora una volto il Prosecco la vera star con un incremento delle vendite oltre confine del 35%, più di Champagne e Cava.

I migliori mercati di destinazione? Francia, (+32%), Germania (+37%),  Stati Uniti con un incremento del 48% ma – specialmente – Russia dove i volumi hanno raggiunto il 115%.

Buone notizie persino dal Regno Unito dove, dopo qualche difficoltà iniziale causata dalla burocrazia frutto della Brexit, il Prosecco torna a crescere del 3%.