Spreco di cibo, gli italiani si comportano meglio di tutti

Sono gli italiani i più virtuosi in tema di spreco di cibo: ‘solo’ mezzo kg a settimana.

In fatto di spreco alimentare, pare proprio che gli italiani siano dei veri virtuosi a livello mondiale. Almeno stando alle evidenze del Primo rapporto “G8 dello spreco alimentare”, realizzato dall’Osservatorio Waste Watcher International, e promosso dalla campagna Spreco Zero con Ipsos e l’Università di Bologna.

Dallo studio emerge infatti che gli abitanti del Bel Paese sono quelli che sprecano meno cibo: solo mezzo chilo alla settimana.

Molto meglio, dunque, di paesi come la Cina (in una settimana 1,153 Kg), il Canada (1,144 Kg), la Germania (1,081 kg) o gli States (in assoluto maglia nera, con 1,5 chilogrammi a settimana).

Cosa si butta di più?

Specialmente prodotti freschi e deperibili come la frutta (in Italia, ogni settimana in media 32,4 grammi) e la verdura ( 22,8 grammi circa quella che finisce in pattumiera). Con frequenza si buttano anche pane e latticini.

Perché si spreca?

Tre le cause principali: si dimentica la data di scadenza (accade il 44% di volte in media), si acquistano troppe cose (40% in media), si cucina cibo in eccesso (33%).