Sostegni, il bonus chef sotto la lente d’ingrandimento del Mef

chef

Per il bonus chef sono state sollevate una serie di criticità dal ministero dell’Economia e delle finanze. In particolare, sotto la lente di ingrandimento del Mef è finito il periodo di fruizione del beneficio, in considerazione di quanto stabilisce la disciplina europea ad esso collegata.

Per questo motivo, ha detto il viceministro allo Sviluppo economico Gilberto Pichetto Fratin, rispondendo in commissione Attività produttive alla Camera a un’interrogazione a firma Sara Moretto (Iv), “sono in corso le dovute valutazioni tecniche da parte degli uffici competenti, anche per valutare una modifica normativa della disposizione, al fine di procedere ad una sua celere ed efficace attuazione”.

Il bonus chef, introdotto dalla legge di Bilancio 2021, riconosce ai cuochi professionisti presso alberghi e ristoranti un credito d’imposta che può arrivare fino al 40% del costo per le spese di acquisto di beni strumentali durevoli o per la partecipazione a corsi di aggiornamento professionale, sostenute tra il 1° gennaio 2021 è il 30 giugno 2021.