Siae: cambia la musica nei pubblici esercizi

Dal 1° gennaio 2017 per gli esercenti è possibile usufruire di nuove tariffe per il pagamento a SIAE dell’abbonamento annuale per la musica d’ambiente, ovvero quella utilizzata quotidianamente da bar, ristoranti, pizzerie, ecc. come accompagnamento nella loro attività. FIPE e SIAE hanno infatti siglato l’11 luglio scorso un nuovo accordo tariffario che va a sostituire il vecchio accordo del 1963 – fino ad oggi in vigore – e che porterà ad una svolta che si può definire epocale sia in termini di definizione delle tariffe che di semplificazione degli adempimenti, fermo restando lo sconto da sempre applicato per gli associati della Federazione. Le novità riguardano molteplici aspetti e più oltre ne sono img2432sintetizzati i punti principali.

Dalle categorie ai metri quadrati: questo è il cambiamento più importante. Viene infatti modificato il criterio posto alla base del calcolo della tariffa, che non sarà più riferito alla categoria del locale (dalla quarta alla lusso) – ormai sistema di classificazione obsoleto e non più utilizzato dai Comuni soprattutto per le nuove attività – ma alla superficie di somministrazione espressa in metri quadrati, ben definita e riconoscibile nei documenti amministrativi di ogni esercizio. Tale cambiamento renderà il calcolo della tariffa più preciso e trasparente.

Abolizione degli altoparlanti: la nuova tariffa prevista per i singoli apparecchi (radio, TV, apparecchi multimediali) non subirà più maggiorazioni a seconda del numero di altoparlanti e monitor presenti nel locale, per i quali il vecchio sistema prevedeva una maggiorazione del 10% della tariffa cadauno. Anche questa novità renderà il calcolo della tariffa meno farraginoso e soprattutto più intuitivo e trasparente.

Schermi TV: la tariffa per l’apparecchio televisivo sarà unica, sono state infatti eliminate le maggiorazioni previste ed ad oggi applicate per i televisori con schermo superiore ai 37 pollici. Questa scelta è stata fatta per seguire la scia delle innovazioni tecnologiche degli ultimi anni, che hanno visto la proliferazione di schermi TV sempre più grandi, e rendere più agevole per l’esercente eventuali cambi di apparecchio.

Aree esterne: è stata prevista una nuova modalità di calcolo della tariffa per le aree sonorizzate esterne al locale, che viene determinata in via forfettaria con una maggiorazione del 10% sull’importo della tariffa relativa all’interno del locale per le aree esterne fino a 50 mq e del 20% per le aree di superficie superiore.

Tariffe Flat: per coloro che valorizzano molto il ruolo della musica all’interno dei loro locali, installando molteplici apparecchi, sono state previste delle tariffe “all inclusive” per rendere l’esercente libero di inserire il numero ed il tipo di apparecchi che vuole senza condizioni. In particolare, è stata prevista una tariffa flat “Audio” per chi ha più radio e apparecchi multimediali, e una tariffa flat “Audio-Video” che ricomprende anche i televisori.

Periodo transitorio: durante il primo triennio di applicazione del nuovo accordo (2017-2019), per consentire agli esercenti di prendere confidenza con il nuovo sistema, in caso di rinnovo dell’abbonamento annuale senza alcuna variazione, l’esercente avrà la facoltà di pagare il vecchio importo basato sul precedente sistema tariffario. Qualora invece avesse intenzione di variare la composizione degli apparecchi presenti nel proprio locale e/o decidesse di usufruire del nuovo sistema, dovrà tempestivamente dichiararlo alla SIAE e procedere al ricalcolo della tariffa per il 2017.

Portale web: sul fronte della semplificazione delle procedure, la SIAE già dall’anno scorso ha attivato un portale web per consentire agli operatori di svolgere tutte le operazioni relative all’abbonamento per la musica d’ambiente attraverso questo canale, così da rendere facilmente fruibile il servizio per l’esercente senza file e perdite di tempo. L’implementazione del portale web rende il procedimento del pagamento dei diritti d’autore più veloce e trasparente ed inoltre, con l’avvento del nuovo sistema tariffario, consentirà una più facile fruizione dei nuovi importi ed agevolerà le modalità di calcolo con il nuovo sistema.