Si è conclusa la sesta edizione di IBA Drink 2018

Nello splendido scenario del castello di Lerici (La Spezia), poche settimane fa si è conclusa la sesta edizione del concorso IBA Drink 2018. Sono stati ben 42 gli Istituti che hanno partecipato alle tre tappe (Nord, Sud e Centro) del concorso nazionale Iba Drink 2018, concorso ideato dal Presidente Prof. Luigi Manzo.

Se l’anno scorso erano 26, quest’anno l’elevato numero di adesioni, ha fatto sì che si creassero tre selezioni. La prima, a Febbraio, a Cicciano (Na), che ha visto protagoniste le scuole del sud. La seconda tappa ad Orbetello (Grosseto), che ha ospitato una selezione di scuole dalle Marche, Umbria e Lazio, oltre alla stessa Toscana. Ed infine, l’ultima tappa a Cornaredo (Milano), dove altre 5 scuole hanno avuto accesso alla superfinale in Liguria.

Pertanto il 23 Maggio, in due giornate, ospiti di AIBM, le 15 scuole finaliste si sono sfidate in due prove pratiche ed una teorica, presso il castello di Lerici. Il concorso come sempre è organizzato dall’Associazione italiana Bartender & Mixologist, in collaborazione con l’IPSSEOA “Giuseppe Casini”, diretto dalla prof.ssa Margherita Gesu.

L’evento è stato patrocinato dalla Regione Liguria e dal Comune di Lerici, con il supporto dell’Assessorato al turismo, in particolare dell’Assessore Dott.ssa.Nardone Luisa. I partecipanti si sono cimentati sia in una prova teorica sia in una di pratica. Quest’ultima di difficoltà medio-alta, è consistita nel realizzare un cocktail IBA, misurato nei minimi dettagli dalla giuria.

L’organizzazione del concorso è stata diretta dal Coordinatore Nazionale il Barmanager Chiavarese Angelo Desimoni, aiutato dallo staff AIBM che comprendeva la vice Presidente Rosa Ballini in qualità di responsabile di giuria, i Docenti AIBM, Deborah Tedesco, Domenico Buondonno, Simona Bellati, Valerio Liccardo e Manuel Sakay e da alcuni allievi del Casini.

Si sono aggiudicati il podio per la prova pratica:

Primo posto Alessio Florio (Ist. Wojtyla di Catania)

Secondo posto ex aequo Emanuele Izzo ((G. Ferraris di Caserta) e Ilaria Allocca (C. Russo di Cicciano, NA)

Per la prova teorica:

Primo posto: Monica Zanini (Istituto S. Giovanni Bosco di Gazoldo (MN)

Secondo posto: Emanuele Izzo (G. Ferraris di Caserta)

Terzo posto: Alessio Florio (Ist. Wojtyla di Catania)

Questo è l’elenco degli Istituti selezionati per la finale:

ISS Giovanni Bosco Gazoldo degli Ippoliti Mantova.

IPSSEOA Karol Wojtyla di Catania

Istituto Alberghiero Marco Polo, succursale di Camogli (Ge)

IPSEOA Ugo Tognazzi di Pollena Trocchia (NA)

Isis E. Mattei di Rosignano Solvay (LI)

Ipseoa “Farnese” di Caprarola(VT)

ENAIP Trentino Cfp di Riva del Garda (TN)

ISIS Galileo Ferraris di Caserta

ISI Fratelli Pieroni di Barca (Lucca)

ISS Domizia Lucilla di Roma

IPSEOA Carmine Russo di Cicciano (NA)

IIS Olmo di Cornaredo (MI)

IIS Raffaele Del Rosso di Orbetello (GR)

IIS Jacopo da Montagnana (PD)

IS Graziani Torre Anunziata (NA)

AIBM Project
(Associazione Italiana Bartender & Mixologist) è un’associazione culturale e professionale fondata a La Spezia nel 2011 dal Presidente Prof.Luigi Manzo, insieme alla Barlady Rosa Ballini e il Prof.Roberto Lauriana, nel consiglio direttivo. Nella parte operativa, vi è il coordinatore Nazionale Angelo Desimoni, che si occupa anche dei rapporti con gli Istituti per i servizi di enogastronomia italiani. AIBM ha per scopo la promozione del saper bere miscelato e dell’enogastronomia nazionale. L’Associazione, senza fini di lucro, promuove le sue attività culturali con produzione di testi e soprattutto grazie ai corsi di formazione. 

L’Associazione è la prima, dal 2011, ad aver inserito nel proprio corso Livello Base, anche il conteggio in once ed il free pouring. Quindi due metodi di lavoro insegnati, in un unico corso.Oltre a questo tipo di corso, ve ne sono molti altri, alcuni veramente innovativi, come il corso di degustazione cocktails con analisi sensoriale e non solo, ed altri che riguardano temi come: la Sala e la vendita, il mondo della caffetteria, e così via.
AIBM Project collabora con vari Istituti per i servizi di Enogastronomia. Nella didattica è previsto per ogni corso un libro di testo, frutto del lavoro di ricerca del presidente. Oltre alla produzione letteraria, AIBM offre anche diverse app come quella cocktails IBA, oltre a Drink Price per calcolare il costo di un drink.