Senso Espresso, il genio Made in Italy raccontato nel nuovo libro di Cimbali

Il caffè – ma anche la cultura e lo stile – italiani indagati tramite i cinque sensi più uno, la sinestesia. È stato presentato ieri al MUMAC – Museo della Macchina per Caffè di Binasco, alle porte di Milano, nella stessa aula che qualche mese fa è stata messa a disposizione come hub vaccinale, il nuovo volume di Gruppo Cimbali dal titolo “Senso Espresso Coffee. Style. Emotions” edito da Antiga Edizioni.

Un libro ricco e documentatissimo, anche dal punto di vista iconografico, pensato per appassionati, semplici curiosi, ma anche per esperti e professionisti, che va alla scoperta di quella storia e visionarietà imprenditoriale e culturale che “fa” l’essenza del Made in Italy.

Le macchine per caffè professionali e la cultura del caffè sono il fil rouge tra mondi che si contaminano e arricchiscono reciprocamente dove funzionalità, gusto e design si intrecciano con la storia italiana del Novecento e del nuovo Millennio.
 Senso Espresso vuole essere un viaggio tra i sensi dove aroma, suono, vista, tatto, gusto (e sinestesia) rappresentano sei tappe in cui il lettore viene invitato a scoprire il tessuto imprenditoriale e culturale italiano, con la sua creatività e il suo stile riconoscibili in tutto il mondo. Le macchine per caffè diventano così ambasciatrici dell’Italian Way of life.

I documenti, le fonti storiche e l’accurato apparato iconografico sono stati tratti in larga parte dall’archivio e dalla biblioteca di MUMAC, con il contributo di altri enti, fondazioni, archivi e musei di impresa.

“L’invito è quello a sfogliare questo libro multisensoriale come fosse un museo in cui riscoprire tra le righe il gusto dello stile italiano che, anche nelle difficoltà, è capace di realizzare le sue opere migliori. Tra sfumature, parole, note e suggestioni emergono sensazioni e riflessioni. Proprio come quando si sorseggia un espresso, mentre si assapora la meraviglia di un lusso accessibile a tutti”, ha commentato Fabrizia Cimbali, ad di Gruppo Cimbali e autrice della prefazione con Federica Sala, Independent curator & design advisor.

Barbara Foglia, MUMAC Manager, ha aggiunto: “Considerato che uno dei mandati di MUMAC è quello di stimolare la ricerca e la produzione di contenuti originali inediti, abbiamo ritenuto che fosse giunto il momento per dar vita a qualcosa che parlasse a tutti e raccontasse di coloro che, a vario titolo, hanno dato e danno tutt’oggi un contributo prezioso per l’evoluzione della cultura del caffè espresso. Una storia che racconta di tutti noi e della nostra eredità, ma con uno slancio fiducioso verso il futuro”.

“Documenti e fonti storiche presenti nel libro integrano la narrazione svelando nuovi particolari della storia industriale di questo settore, già densa e ricca di sfumature, ma con ancora spazi da scoprire e riempire” ha spiegato Edgardo Ferrero, Services Director di Gruppo Cimbali.

Hanno curato concept e contenuti Barbara Foglia, per il coordinamento del progetto nella sua realizzazione; Edgardo Ferrero, per gli approfondimenti scientifici, della ricerca storica e dei relativi testi; Margherita Pogliani, curatrice editoriale, per la redazione dei testi di coordinamento e l’omogeneizzazione dello stile; Marzia Camarda, ad di Sidera, per la competenza libraria ed editoriale e la supervisione del volume; Enrico Maltoni, collezionista ed esperto della storia delle macchine per caffè, per la revisione dei contenuti storici e scientifici mentre un team di giovani (Alessandro Motta, Fabio Mantella, Anna Cento, Marta Monti) ha scritto l’ultimo capitolo, quello rivolto al futuro.

Il volume è in vendita presso lo shop del MUMAC, nelle migliori librerie e nello shop on line di Antiga Edizioni.