Ross Lovegrove firma la nuova cuvée dello Maison Mumm

Essenzialità. Questa la cifra estetica della cuvée MGC, acronimo di Mumm Grand Cordon. Questo il valore che segna il nostro vivere contemporaneo. La Maison Mumm riconferma il suo ruolo di pioniere e innovatore con MGC la nuova cuvée creata in un’ottica sostenibile da Ross Lovegrove, acclamato e visionario designer gallese di fama internazionale.

Una bottiglia rivoluzionaria: 835 grammi per un 1 litro di bollicine per un’emozione incalcolabile. Realizzata in vetro riciclato, è una delle più leggere bottiglie di champagne al mondo. A renderla stilosa un design d’avanguardia, essenziale ed espressivo, che restituisce al gesto artistico la sua aspirazione funzionale. Nessuna etichetta: logo ed emblema oro sono stampati direttamente a caldo sul vetro. A identificarla l’inconfondibile Cordon Rouge inciso, una graffiata rossa, che instilla grinta e potenza raccontando la forza del pinot noir, vitigno caratteristico della Maison. L’eleganza è resa attraverso un collo allungato e sottile: una scelta estetica che si adegua all’esigenza di accompagnare gli aromi. La passione certosina per la qualità, infine, ha determinato la scelta del tappo in sughero Mitik Diam che tra l’altro scongiura il fastidioso inconveniente di ‘sa di tappo’.

Una curiosità
La Maison Mumm crede talmente nell’urgenza di una prospettiva ecosostenibile e della necessità di tendere all’essenziale, che ha inventato un nuovo programma di remuage, adeguato alla nuova cuvée MGC, nuova sia nella forma sia nel contenuto.