Ristorazione, “oggi più che mai valorizzare il servizio in sala”

“La ristorazione in questo momento deve valorizzare ancora di più il servizio in sala, per fare la differenza e rafforzare l’immagine delle nostre imprese”. Lo ha sottolineato a chiare lettere Marco Reitano, presidente dell’associazione Noi di Sala, nell’ambito della seconda edizione di Pass (Professionalità, accoglienza, servizio, squadra), organizzata a Roma.

All’interno dell’iniziativa si è tenuta la tavola rotonda dal titolo “Il ruolo della sala nel rilancio della ristorazione“, alla quale sono intervenuti operatori e addetti del settore, tra i quali il ristoratore e imprenditore Joe Bastianich. “Di base – ha detto l’imprenditore italo-americano – sono un cameriere e sono orgoglioso di esserlo. Ricordo ancora – ha aggiunto – quando da bambino provavo un minimo di imbarazzo per il lavoro dei miei genitori che gestivano un ristorante. Ora fortunatamente la percezione è cambiata, così come è destinata a cambiare la ristorazione. Il mondo post-Covid vedrà sempre più assottigliarsi il confine tra sala e cucina. Il consumo del cibo diventerà sempre più un’esperienza a 360°”.

Da parte sua Alessandro Pipero, responsabile comunicazione Noi di Sala e proprietario del Pipero Roma, ha rivolto un invito alle guide di settore e ai media in genere a stimolare quanto più possibile il personale di sala con premi e riconoscimenti al pari degli chef, affinché il ruolo del servizio non venga più considerato come una semplice appendice.