Rigoni di Asiago: la svizzera Kharis Capital rileva una quota di minoranza

Le indiscrezioni circolate nelle scorse settimane hanno trovato conferma. L’intera quota (35,55%) detenuta in Rigoni di Asiago da Neuberger Berman AIFM Limited è stata ceduta alla svizzera Kharis Capital attraverso la società di investimento dedicata KC Next Food S.c.a.. L’operazione – si legge su Efa News – prevede un controvalore netto pari a 39 milioni di euro, comprensivi dell’acquisizione di una ulteriore quota del capitale sociale di Rigoni detenuta dal socio Giochele Srl (famiglia Rigoni), che mantiene la maggioranza.

L’accordo prevede inoltre che Kharis Capital sottoscriva un aumento di capitale di Rigoni per un importo pari a 10 milioni di euro. I fondi rinvenienti da tale aumento di capitale saranno destinati a dare nuovo impulso alla crescita di Rigoni, in particolare attraverso l’accelerazione dello sviluppo internazionale.

All’esito dell’operazione, il capitale sociale di Rigoni sarà detenuto per una quota pari al 57,3% da Giochele e per una quota complessiva pari al 42,7% da Kharis Capital.