Prosecco italiano, boom di esportazioni nel 2021

A dispetto delle tante crisi innescate dalla pandemia da coronavirus, il 2021 ha fatto registrare un aumento record delle esportazioni di Prosecco, pari al 17% rispetto a quello dell’anno precedente. L’analisi di Coldiretti evidenzia che oltre 120 milioni di bottiglie siano state spedite oltre i nostri confini. Una crescita travolgente che, come sottolinea la stessa Coldiretti, fa del Prosecco «il vino più esportato a livello mondiale».

Tra i Paesi ad aver importato più bottiglie ci sono gli Stati Uniti, la Germania e, sorprendentemente, la Francia. Diversa la tendenza invece oltremanica dove c’è stato un calo del 9%. Ad incidere negativamente sull’export nel Regno Unito, precisa ancora Coldiretti, sono le procedure doganali, l’aumento dei costi di trasporto e maggiori controlli, situazione che nel contempo rischia però di alimentare contraffazioni ed imitazioni che, pare, lì siano particolarmente radicate.

Il successo oltralpe, come del resto avviene in altri ambiti, riesce comunque a fare da dinamo pure per il mercato domestico oltre che essere una cassa di risonanza per i ristoranti italiani all’estero, quelli autenticamente italiani ovviamente, contrari alla pessima e purtroppo diffusa pratica di spacciare prodotti tipici del made in Italy taroccati.

Fonte: Coldiretti