Piccola guida ai Bonus per lavori edili prorogati per tutto il 2015

Prorogati fino al 31 dicembre 2015 tutti i bonus per lavori edili in scadenza a dicembre scorso. Introdotta anche la detrazione del 65% per le schermature solari ossia tende esterne o dispositivi oscuranti in genere. La legge di stabilità ha confermato i bonus relativi agli interventi edilizi e di risparmio energetico, uniformandone le scadenze al 31 dicembre 2015. Solo dal 2016 si passerà al 36%.

Riepilogando, per tutto il 2015:
a) Detrazione del 50% per i il recupero edilizio nel limite di 96.000 euro relativo a spese di:

Recupero edilizio
•    opere di manutenzione ordinaria su parti comuni condominiali;
•    manutenzione straordinaria;
•    restauro;
•    risanamento conservativo;
•    ristrutturazione edilizia;
•    altri interventi, quali eliminazione barriere architettoniche.Per un dettaglio, vedere la guida aggiornata sul sito www.agenziaentrate.it, nella sezione Guide Fiscali.

Acquisto di abitazioni costruite in fabbricati ristrutturati da imprese di costruzione/ ristrutturazione o cooperative edilizie che entro 18 mesi dalla conclusione dei lavori vendono/assegnano l’immobile. La detrazione opera sul 25% del prezzo di acquisto.

b)Bonus mobili
Confermata la detrazione del 50%, fino ad un massimo di € 10.000, per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici (di classe A, e A+ per i forni) destinati ad arredare l’immobile oggetto di recupero edilizio fruibile solo se sono stati poste in essere lavori di ristrutturazione dell’immobile, a prescindere dall’importo di quest’ultima. Quindi è anche possibile spendere più per i mobili che per la ristrutturazione!

c)Detrazione del 65%
Sono stati confermati i massimali fruibili per la detrazione, ossia:
•    € 100.000 per gli interventi per riqualificazione energetica edifici esistenti;
•    € 60.000 per lavori sull’involucro (es. pareti, finestre-compresi gli infissi, su edifici esistenti) ed installazione di pannelli solari
•    € 30.000 per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale

Dal 2015 agevolate anche le schermature solari, quali le tende esterne, le chiusure oscuranti, i dispositivi di protezione solare in combinazione con vetrate e di cui all’allegato M del D.Lgs. n. 311/2006. L’importo massimo agevolabile è 60.000 euro, quindi la spesa massima ammessa è di 92.307,69 (92.307,69 * 65%=60.000).

Introdotta anche l’agevolazione per acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale con generatore di calore alimentati a biomasse (es. stufe a pellets), fino ad un importo massimo di detrazione pari a € 30.000, con spesa massima di 46.153,85.
Conferma anche della detrazione del 65% per opere in funzione antisismica e di messa in sicurezza statica, per lavori su edifici ricadenti in zone sismiche ad alta pericolosità specificamente individuate dall’ordinanza del P.C.M. n. 3274/2003. Il limite di spesa è pari a 96.000 euro, fruibile anche da Società.
Ricordiamo che è stata eliminata la comunicazione per i lavori “a cavallo” di piu’ anni, a mezzo del DLgs 175/2014.
Le imprese edili invece saranno penalizzate finanziariamente in quanto dal 2015 passa al 8% la ritenuta sui bonifici operata dalle Banche, e questo peserà negativamente per i loro flussi di cassa

Il dr. Walter Pugliese risponde alle domande inoltrate a:

info@studiowpugliese.it che verranno pubblicate ssul mensile Mixer e sul sito Mixer Planet. Chi volesse inviare le domande autorizza Mixer e Mixer Planet a pubblicare i suoi riferimenti (nome, cognome, indirizzo e-mail) a meno di esplicita richiesta contraria.