Pianificare il futuro per attrarre nuovi clienti

Come attirare clienti in qusta situazione di emergenza Covid-19? Un problema di molti! Per ottenere dei soddisfacenti risultati, l’unico modo è lavorare su tre punti:
◼ ascoltare i cambiamenti nei sentimenti e nel comportamento dei clienti;
◼ fare autoanalisi;
◼ “adattare” l’organizzazione e il marketing.

Sappi che da prima che emergesse il Coronavirus,  la fiducia e la fidelizzazione dei consumatori verso un marchio, che si trattasse di un locale o di un hotel, si era ridotta moltissimo. La crisi attuale, quindi, non ha fatto altro che amplificare il timore verso l’altro, e quindi anche verso qualsivoglia attività aziendale. Bisogna quindi ristabilire fiducia, ingolosire con ciò che offri e persuadere il consumatore che la migliore scelta, rispetto alle sue esigenze di quel momento storico, sia proprio tu.

Per fare questo innanzitutto ti devi “fermare e ascoltare”. Oggi più che mai è importante sapere cosa provano i tuoi potenziali clienti, o i tuoi fedeli, e perché. Quello che ti suggerisco, quindi, è di impostare un vero e proprio programma Voice of the Customer. Un programma VoC si compone essenzialmente di quattro attività che formano un circuito chiuso e continuo: acquisizione dei feedback dei clienti on e off line, analisi, (re)azione sulla base dell’analisi effettuata e conseguente monitoraggio delle nuove risposte dei clienti alle nuove azioni implementate.

La seconda fondamentale fase è fare autoanalisi. È sempre molto difficile fare delle osservazioni neutre sulla propria azienda, lo so. So anche, però, che molte persone che mi commissionano attività consulenziali sono anni che non si fermano a riflettere sul “chi sono”, “cosa stanno vendendo” e “come lo vendono”. Tre magiche frasi che sono assolutamente essenziali per comprendere il successivo “da farsi” per aumentare la cerchia dei tuoi clienti.

La terza importantissima fase è adattare l’organizzazione e il marketing a ciò che hai rilevato e attivato nelle precedenti fasi. Il gioco è fatto!