Peroni ed Aston Martin insieme per un’esperienza multisensoriale

Birra Peroni continua ad investire sui prodotti no alcol, a dimostrazione della loro centralità all’interno della strategia di sostenibilità di lungo termine del Gruppo Asahi, di cui è parte, e che punta a raggiungere una quota del 20% di prodotti analcolici nel suo portafoglio entro il 2030.

In linea con questo obiettivo, dopo gli oltre 20 milioni di euro investiti in nuove tecnologie e impianti di dealcolizzazione presso gli stabilimenti di Roma e Bari, l’azienda ha recentemente lanciato Peroni Nastro Azzurro 0.0% che nei prossimi giorni sarà tra i protagonisti delle iniziative organizzate in partnership con il Team Aston Martin Aramco Cognizant Formula One.

“Il nostro impegno sul segmento analcolico ha l’obiettivo di offrire una risposta di qualità ad una precisa esigenza che emerge sempre più forte sul mercato – dichiara Federico Sannella, Direttore Relazioni Esterne e Affari Istituzionali di Birra Peroni. Stiamo infatti assistendo ad una forte crescita della domanda di birre no-alcol, dovuta anche ad una maggiore consapevolezza nei consumatori, sempre più alla ricerca di uno stile di vita sano ed equilibrato. In linea con la nostra strategia di sostenibilità LEGACY 2030 stiamo quindi investendo sullo sviluppo di un’offerta di prodotti premium analcolici perché questo ci permette non solo di intercettare i nuovi trend di consumo ma anche di offrire il nostro contributo concreto per la promozione e la diffusione di un consumo responsabile”.

Nell’ottica di far conoscere ed apprezzare sempre di più l’offerta no alcol, valorizzandola in contesti ad hoc, Birra Peroni ha quindi promosso una serie di iniziative a supporto, come quelle che si terranno dall’8 all’11 settembre. Grazie alla partnership con il Team Aston Martin Aramco Cognizant Formula One, infatti, l’azienda promuoverà la referenza analcolica, nel centro di Milano con l’allestimento dello spazio “Il Pitstop” in Piazza XIV Maggio dove, oltre a gustare Peroni Nastro Azzurro 0.0%, sarà possibile vivere un’esperienza multisensoriale che replica i suoni e gli odori tipici di un box a bordo pista.