Partesa: (ri)torna “Il Vino. Istruzioni per l’uso”.

Il Vino. Istruzioni per l’uso”, il manuale sviluppato da Partesa ed edito da Cinquesensi, (ri)torna con una veste grafica rinnovata e con nuovi contenuti. Dopo il successo del primo volume che si è da subito affermato come punto di riferimento per specialisti, appassionati e neofiti, questa seconda edizione, ampliata con contenuti specifici e testimonianze dei protagonisti dell’enologia italiana e internazionale, punta a coinvolgere un pubblico di lettori ancora più ampio.

Importanti i contributi firmati da curatori di autorevoli guide del vino e da esperti del settore che accompagnano il lettore in un percorso ricco di informazioni e contenuti, presentati attraverso un tono semplice (ma mai scontato) e fruibile da tutti. Queste le firme degli autori – coordinati da Roberto Racca: Antonio Boco, Giuseppe Carrus, Beppe Caviola, Federico Curtaz, Paolo De Cristofaro, Gianni Fabrizio, Nicola Frasson, Eleonora Guerini, Donato Lanati, Vittorio Manganelli, Andrea Rea, Gian Piero Romana. A cui si aggiungono i contributi di Silvia Baratta, Michela Borsa, Giancarlo Gariglio, Andrea Gori e Alfredo Pratolongo e le interviste a Silvia e Riccardo Baracchi, Ivano Boso, Massimo Bottura e Giuseppe Palmieri, Daniele Cernilli, Jean-Louis Chave, Luca Corrado e Mario Cordero, Vincent Dauvissat, Christian Di Bari, Michel Drappier, Francesco Eblovi, Oscar Farinetti, Maurilio Garola, Reinhard Löwenstein, Bernard Noblet, Alessandro Regoli, Davide Scabin.

Pagina dopo pagina, ne “Il Vino. Istruzioni per l’uso”, il racconto del mondo del vino emerge in tutte le sue sfaccettature: dalla storia ai vigneti e ai vitigni, dalla vinificazione alla degustazione e agli abbinamenti, passando per il marketing e la comunicazione del prodotto in Italia e all’estero. Passato, presente e futuro si fondono in un percorso arricchente sia per il pubblico di appassionati sia per gli esperti del settore.

il volume “Il Vino. Istruzioni per l’uso”, è uno strumento didattico e formativo per i partner commerciali di Partesa, per la rete di vendita, per i gestori dei locali, ma anche per semplici curiosi o veri intenditori. Ognuno, infatti, può trovare una personale chiave di lettura e fare propria l’arte del bere.

Arte del bere che oggi non riguarda più solo il vino, ma anche la birra. La bevanda dalla storia millenaria che negli ultimi anni ha ampliato il numero di appassionati è protagonista dell’approfondimento ‘Il senso della birra’. Un addendum che racconta il percorso di valorizzazione (del prodotto e della cultura birraria) compiuto in questi ultimi anni in Italia, attraverso il lavoro di HEINEKEN Italia e di Partesa.

A chiusura, “Il vino in 167 parole” un utile glossario sulla terminologia specialistica.

«Siamo alla seconda edizione di un lavoro editoriale completo, approfondito, interdisciplinare, di taglio innovativo, nato da un’idea forte e da un’ambizione: quella di fornire sia al neofita che all’appassionato uno strumento di conoscenza seria, su un argomento, il vino e la viticoltura, nostri punti di forza nella difficile sfida dei mercati internazionali. Un manuale che affronta tutti gli aspetti di questa affascinante realtà dell’agroalimentare. Uno strumento unico a cui riferirsi per un approccio consapevole»spiega Roberto Racca, curatore del libro.

«Il valore più significativo di questo libro risiede nella capacità di parlare sia a un pubblico di tecnici ed esperti, sia al consumatore curioso di approfondire le proprie conoscenze. In queste pagine si fa cultura del vino in un modo accessibile a diversi livelli, lasciando a ciascuno la sua lettura e il proprio percorso formativo. Desidero esprimere la soddisfazione per aver sostenuto una pubblicazione che ha avuto apprezzamenti dal trade e che ha ricevuto nella sua prima edizione – e ci auguriamo anche in questa seconda – ottimi riscontri in libreria, dato non banale in questo periodo. Un successo che premia il progetto e la passione con la quale tutte le firme coinvolte hanno contribuito alla stesura del libro. Caratteristica, quest’ultima, che riflette lo spirito di Partesa. Un’azienda che ha sì un DNA commerciale, ma che fonda la sua filosofia sulla qualità umana e sulla dedizione, perché come per il vino, anche nel business ci vuole cuore» – commenta Riccardo Giuliani, Amministratore Delegato Partesa srl.