Paolo Ghidotti, un italiano al vertice della distribuzione automatica in Europa

E’ italiano il manager nominato al vertice del settore della distribuzione automatica europea. Si tratta di Paolo Ghidotti, vice president della business unit OCS del Gruppo Evoca, eletto presidente di EVA – European Vending & Coffee Service Association, l’associazione che raggruppa le aziende del settore a livello continentale. Altri quattro italiani – riporta Italgrob – sono entrati a far parte del comitato esecutivo: Davide Celin, responsabile vendite canale grossisti DA di Lavazza, Massimo Daolio, export manager di Flo Spa, Alberto Giavoni, direttore international account coffee and vending di Brita, e Michele Adt, direttore di Confida – Associazione Italiana Distribuzione Automatica.

Paolo Ghidotti, 46 anni, ha iniziato la sua carriera nel settore del vending nel 1996, dopo la laurea in Economia e Commercio. Nei suoi oltre 20 anni in N&W (oggi Evoca) ha ricoperto vari ruoli di responsabilità nel marketing, nelle vendite e nel business development. Attualmente è vice presidente del gruppo, in qualità di responsabile del canale OCS, nel quale confluiscono i marchi Saeco e Sgl. Evoca è il maggiore costruttore italiano di macchine del caffè e distributori automatici, multinazionale con sede a Valbrembo (Bergamo); vanta un fatturato di oltre 400 milioni di euro, realizzati anche con i marchi Necta, Wittenborg, Gaggia e Cafection. A livello associativo, Ghidotti nel 2012-13 è stato presidente di EVMMA (European Vending Machine Manufacturers Association) e dal 2014 membro del comitato direttivo di EVA, dove aveva assunto il ruolo di vice presidente nel 2016.