Pane e cultura. San Marco Trieste: alle origini del caffè letterario

    La città del caffè e dei caffè: oggi Pane e Cultura fa tappa a Trieste. Diversi locali di cui ci siamo occupati in questa rubrica si rifanno più o meno esplicitamente alla formula del caffè letterario. E’ il caso per esempio del Cibo per la mente di Taranto, di La Cité a Firenze, del Melville in provincia di Piacenza e di Libri&Caffè a Napoli. Si tratta in questi casi della rivisitazione moderna di una tradizione italiana che affonda le proprie radici nei secoli scorsi. E’ ora arrivato il momento di parlare di uno dei “veri” caffè letterari italiani, che recentemente ha festeggiato i cento anni dalla fondazione: il Caffè San Marco di Trieste.San marco 3

    Il San Marco ha aperto i battenti nel 1914 ma fu devastato e chiuso dagli austriaci nel 1915 perché era diventato un covo di irredentisti. La storia del caffè riprende nel secondo dopoguerra: il San Marco questa volta è destinato a durare molto più a lungo, arrivando, dopo una serie di restauri e di passaggi di mano, fino ai giorni nostri. Il locale, a elle, è arredato e decorato secondo lo stile della Secessione Viennese. Le decorazioni a tema vegetale e l’abbondanza di legno di mogano conferiscono al San Marco uno stile ricercato e caratteristico. Ai preziosi tavolini di marmo con supporto in ghisa si sono seduti molti intellettuali. Fra loro, James Joyce, Italo Svevo, Umberto Saba e, più recentemente, Claudio Magris.

    Attualmente il San Marco funziona anche come ristorante, ed è gestito da un editore, titolare di una libreria nelle vicinanze. La libreria ora non c’è più, e si è spostata proprio all’interno del caffè, occupandone un’ala. Segno dei tempi: tempi duri per le librerie ma adatti alle ibridazioni. In questo modo il San Marco è diventato più simile ai suoi “nipotini”: i caffè letterari di nuova generazione in cui l’aggettivo “letterario” non si esprime solo nella programmazione di attività culturali ma anche nella presenza fisica di libri all’interno del locale.

     

    Caffè San Marco

    Via Battisti, 18

    Trieste

    www.caffesanmarcotrieste.eu

     

    PANE E CULTURA

    Una rubrica di Giuliano Pavone

    A chi dice che con la cultura non si mangia rispondiamo proponendo settimanalmente un’esperienza che mette in relazione in modo profittevole e innovativo il mondo della cultura e dello spettacolo da un lato e quello del pubblico esercizio dall’altro. Format, eventi, libri e personaggi per cibare il corpo e la mente. 

    Pane e cultura. Eataly e librerie.coop convivono a Bologna

    Pane e cultura. Enoteca Letteraria Roma: libro e vino, storia comune

    Pane e cultura. Fourquette Foggia: quando il tipico è atipico

    Pane e cultura. Sugar Queen Napoli: il cake design diventa un libro

    Pane e cultura. Panecotto Matera: pane è cultura!

    Pane e cultura. Cucina calibro noir: buone letture e buona tavola

    Pane e cultura. Calib: caffè + libreria = valorizzare la Puglia

    Pane e cultura. Medieval: il GastroPub “storico” in Salento

    Pane e cultura. Sloan Square: l’Inglese si impara al pub

    Pane e cultura. Pizza per autodidatti: confessioni di un pizzaiolo

    Pane e cultura. Le Libragioni: vino, arte, libri

    Pane e cultura. Eataly e Vergnano al Museo del Cinema di Torino

    Pane e cultura. Terzo tempo Verona: vino e sport sono un bel connubio

    Pane e cultura. Adua Villa firma un romanzo rosé

    Pane e cultura. “In grazia di Dio”: il film a Km 0 gira il mondo

    Pane e cultura. Piccolo Teatro, grande servizio

    Pane e cultura. L’hamburger gourmet diventa un libro 

    Pane e cultura. Feltrinelli RED: se l’ibridazione diventa community

    Pane e cultura. Giufà Roma: in equilibrio fra libri e caffè

    Pane e cultura. Cyrano Alghero: libri, vino, svago

    Pane e cultura. Un Food Film Festival a Sud di Milano

    Pane e cultura. Cibo, e non solo, per la mente

    Pane e cultura. Anche gli angeli… mangiano cannoli!

    Pane e cultura. Macondo Bologna: l’arte di incontrarsi

    Pane e cultura. Liberrima: cibo e cultura all’ombra del Barocco

    Pane e cultura. La Cité: libri, musica, arte, caffè

    Pane e cultura. Orwell Manduria: quando il pub diventa letterario

    Pane e cultura. Enoteca letterario Badlands: socialità e passione

    Pane e cultura. Nea: arte (e bistrot) tutte le ore

    Pane e cultura. Cucina narrativa, showcooking e saperi tradizionali

    Pane e cultura. Musica e dintorni: birra artigianale e territorio