Pane e cultura. Nuvole in cantina: vino e fumetti in un luogo che vive

Nuvole in cantina, cioè fumetti e vino. Nel variegato e affollato panorama dei locali “pane e cultura”, l’abbinamento è – per quanto di nostra conoscenza – una novità assoluta sulla scena italiana. Il locale è stato inaugurato lo scorso 17 maggio. Siamo a Milano, in zona Città Studi, e l’idea è venuta a Lorenzo Ninni, una lunga esperienza in ambito turistico. “Non sono sommelier ma mi piacciono la cultura e la storia del vino” dice. “Mi piace andare in giro per cantine, stabilire rapporti con i produttori. L’idea delle librerie ‘che vivono’, mi è venuta durante un viaggio in Belgio. Lì, infatti, librerie e fumetterie non sono solo luoghi dove sfogliare e comprare, ma anche posti dove ‘stare’, e dove magari ogni membro della famiglia, di qualsiasi età, può trovare qualcosa di diverso da fare”.Nuvole in cantina2

E nella sua superficie pur limitata, Nuvole in cantina cerca di assecondare questa filosofia: i 64 metri quadri sono suddivisi fra il locale principale fronte strada, con le mensole, gli sgabelli, un grande tavolo e il banco dotato di rotelle, un soppalco cui si accede con scala a chiocciola e una saletta retrostante ideale per corsi e attività. A caratterizzare l’ambiente da un punto di vista estetico sono il lungo pannello sotto la ringhiera del soppalco, in cui sono disegnati vari personaggi dei fumetti fra cui si cela, ben tre volte, anche la caricatura di Ninni, e il mobilio, composto da assi da ponteggio progettate su misura. “E’ un legno economico” spiega Ninni, “e al contempo ‘vivo’: si notano ancora delle fughe di resina, e con il tempo cambierà colore”.

Nuvole in cantina è aperto dalle 10 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 20,30 (anche oltre, in caso di eventi). Serve “aperipranzi” e aperitivi serali, e nel resto del tempo funziona come fumetteria e come enoteca/gastronomia per la vendita di vini e degli altri generi alimentari presenti. Non ci sono, infatti, solo vini ma birra artigianale (la Geco di Cesano Maderno), olio biodinamico toscano, formaggi della Valtellina. Il tutto disponibile sia per la somministrazione sia per l’acquisto. Ci sarà anche il cioccolato, che insieme alla frutta essiccata diventerà la base per degli originali aperitivi dolci.

E i vini? “Parto con ventuno etichette e al massimo trentasei bottiglie per ciascuna etichetta. I vini proverranno da cantine che producono fino a 9mila bottiglie l’anno. Collaborerò con Officina Enoica (associazione milanese a supporto dei viticultori rispettosi dell’ambiente, ndr) e con il negozio miobio, con cui accorpiamo gli ordini di merce”.

Infine, due parole sulla convivenza fra due attività diverse, che è ancora fonte di problemi burocratici ma che al contempo genera valore aggiunto: “Aprire è stato difficile: per avviare due attività diverse nello stesso locale, anche a Milano si va ancora per tentativi. Sogno eventi con un filo conduttore preciso fra vino e fumetti, come un fumettista friulano che disegna durante una degustazione di vini della sua terra. Oppure il concorso ‘Fumetta l’etichetta’, per dare un’immagine al vino personalizzato di Nuvole in Cantina. Per il resto, mi sento come uno che ha solo lanciato un’idea. Saranno poi i clienti a suggerirmi la direzione in cui proseguire”.

 

Nuvole in cantina

Via Canaletto, 11

Milano

 

PANE E CULTURA

Una rubrica di Giuliano Pavone

A chi dice che con la cultura non si mangia rispondiamo proponendo settimanalmente un’esperienza che mette in relazione in modo profittevole e innovativo il mondo della cultura e dello spettacolo da un lato e quello del pubblico esercizio dall’altro. Format, eventi, libri e personaggi per cibare il corpo e la mente. 

Pane e cultura. Il Pop Food di Davide Oldani in un libro

Pane e cultura. Bar, libreria, Internet: con Knulp Trieste si rinnova

Pane e cultura. Ex Forno Bologna: dal pane all’arte moderna

Pane e cultura. Rotonda Bistro Milano: per bambini da 3 a 93 anni

Pane e cultura. Gambrinus Napoli: la storia è qui

Pane e cultura. Triennale Milano: mostra e terrazza aperte sull’Expo

Pane e cultura. mcafé Genova: mastica l’arte, medita sul cibo

Pane e cultura. Memo caffè Fano: il bio in mediateca

Pane e cultura. Per un trancio di libri: una microlibreria a L’Orablù

Pane e cultura. Teatro Orfeo Taranto: caffè e cultura nel foyer

Pane e cultura. Trieste, la città dei caffè

Pane e cultura. San Marco Trieste: alle origini del caffè letterario

Pane e cultura. Eataly e librerie.coop convivono a Bologna

Pane e cultura. Enoteca Letteraria Roma: libro e vino, storia comune

Pane e cultura. Fourquette Foggia: quando il tipico è atipico

Pane e cultura. Sugar Queen Napoli: il cake design diventa un libro

Pane e cultura. Panecotto Matera: pane è cultura!

Pane e cultura. Cucina calibro noir: buone letture e buona tavola

Pane e cultura. Calib: caffè + libreria = valorizzare la Puglia

Pane e cultura. Medieval: il GastroPub “storico” in Salento

Pane e cultura. Sloan Square: l’Inglese si impara al pub

Pane e cultura. Pizza per autodidatti: confessioni di un pizzaiolo

Pane e cultura. Le Libragioni: vino, arte, libri

Pane e cultura. Eataly e Vergnano al Museo del Cinema di Torino

Pane e cultura. Terzo tempo Verona: vino e sport sono un bel connubio

Pane e cultura. Adua Villa firma un romanzo rosé

Pane e cultura. “In grazia di Dio”: il film a Km 0 gira il mondo

Pane e cultura. Piccolo Teatro, grande servizio

Pane e cultura. L’hamburger gourmet diventa un libro 

Pane e cultura. Feltrinelli RED: se l’ibridazione diventa community

Pane e cultura. Giufà Roma: in equilibrio fra libri e caffè

Pane e cultura. Cyrano Alghero: libri, vino, svago

Pane e cultura. Un Food Film Festival a Sud di Milano

Pane e cultura. Cibo, e non solo, per la mente

Pane e cultura. Anche gli angeli… mangiano cannoli!

Pane e cultura. Macondo Bologna: l’arte di incontrarsi

Pane e cultura. Liberrima: cibo e cultura all’ombra del Barocco

Pane e cultura. La Cité: libri, musica, arte, caffè

Pane e cultura. Orwell Manduria: quando il pub diventa letterario

Pane e cultura. Enoteca letterario Badlands: socialità e passione

Pane e cultura. Nea: arte (e bistrot) tutte le ore

Pane e cultura. Cucina narrativa, showcooking e saperi tradizionali

Pane e cultura. Musica e dintorni: birra artigianale e territorio