Pane e cultura. Mudec Milano: ristorazione nel Museo delle Culture

    L’apertura del Mudec–Museo delle Culture è stato sicuramente l’evento clou degli ultimi mesi in via Tortona e dintorni, una delle zone più dinamiche di Milano. Un quartiere ex industriale che vede da anni i grandi spazi produttivi riconvertirsi in attività legate al design, alla moda e alla cultura. E appunto ex industriale (ospitava l’Ansaldo) è anche lo spazio in cui è stato recentemente inaugurato, in ritardo e fra qualche polemica, il Mudec, progettato dall’archistar David Chipperfield.

    Il museo ospita per il momento due mostre, non ancora la collezione permanente che seguirà nei prossimi mesi, al pari della sezione dedicata ai bambini. Già in pieno funzionamento, invece, negozi e offerta alimentare, servizi essenziali nell’economia di un museo moderno.20150524_135330

    Quanto ai negozi, attiguo al grande androne ce n’è uno che vende oggetti di design, mentre al primo piano, in prossimità degli spazi espositivi, c’è una libreria piccola e curata.

    L’offerta del food, invece, si articola in un bistrot (piano terra) e in un ristorante (terzo piano).

    Mudec Bistrot, situato al piano terra dell’edificio, offre un servizio di caffetteria e piatti veloci per le esigenze di chi desidera effettuare una pausa pranzo rapida o fare un aperitivo in uno spazio insolito e di design. Colpiscono innanzitutto l’abbondanza di spazio e le installazioni vegetali che adornano una parete. L’offerta è appunto da bistrot, quindi si concentra su panini, insalate e piatti freddi, cui si aggiungono quattro piatti caldi del giorno. I prezzi sono adeguati alla formula “snella”, ma va sottolineato come i dettagli e la cura generale siano di livello superiore, a partire dalla mise en place e dal garbo del personale, per arrivare all’antipastino gourmet offerto nell’attesa e alla proposta di birra artigianale fuori carta.

    Mudec Restaurant, nella sala che domina l’area ex Ansaldo e offre sguardi inediti sull’edificio del Mudec, propone invece menù più ricercati, per chi desidera mangiare con tranquillità in un luogo raffinato ed esclusivo. L’ambientazione è elegantemente vintage, e il menù propone antipasti dai 13 ai 30 euro (fra cui evoluzione di tonno; spuma di mozzarella, melanzane tostate, pomodorini; flan di baccalà, fiori di zucchina e germogli), primi da 14 a 22 euro (fra cui gnocchi si seppia su crema di piselli e ricotta di pecora; risotto capesante e arance su carpaccio di gamberi rossi; bigoli con ragout di verdure e stracciatella di burrata selezione “Giacomo Milano”) e secondi dai 16 ai 30 euro (fra cui tonno rosso, taccole, peperoni arrosto e avocado; millefoglie di asparagi con uovo apparente; filetto di branzino con gazpacho di piselli).

     

    Mudec

    Via Tortona, 56

    Milano

    www.mudec.it

     

    PANE E CULTURA

    Una rubrica di Giuliano Pavone

    A chi dice che con la cultura non si mangia rispondiamo proponendo settimanalmente un’esperienza che mette in relazione in modo profittevole e innovativo il mondo della cultura e dello spettacolo da un lato e quello del pubblico esercizio dall’altro. Format, eventi, libri e personaggi per cibare il corpo e la mente. 

    Pane e cultura. Sugo-Condimenti per la casa a Roma dal 12 al 14 giugno

    Pane e cultura. Persepolis Andria: il caffè fa riaprire la libreria

    Pane e cultura. Nuvole in cantina: vino e fumetti in un luogo che vive

    Pane e cultura. Il pop food di Davide Oldani in un libro

    Pane e cultura. Bar, libreria, Internet: con Knulp Trieste si rinnova

    Pane e cultura. Ex Forno Bologna: dal pane all’arte moderna

    Pane e cultura. Rotonda Bistro Milano: per bambini da 3 a 93 anni

    Pane e cultura. Gambrinus Napoli: la storia è qui

    Pane e cultura. Triennale Milano: mostra e terrazza aperte sull’Expo

    Pane e cultura. mcafé Genova: mastica l’arte, medita sul cibo

    Pane e cultura. Memo caffè Fano: il bio in mediateca

    Pane e cultura. Per un trancio di libri: una microlibreria a L’Orablù

    Pane e cultura. Teatro Orfeo Taranto: caffè e cultura nel foyer

    Pane e cultura. Trieste, la città dei caffè

    Pane e cultura. San Marco Trieste: alle origini del caffè letterario

    Pane e cultura. Eataly e librerie.coop convivono a Bologna

    Pane e cultura. Enoteca Letteraria Roma: libro e vino, storia comune

    Pane e cultura. Fourquette Foggia: quando il tipico è atipico

    Pane e cultura. Sugar Queen Napoli: il cake design diventa un libro

    Pane e cultura. Panecotto Matera: pane è cultura!

    Pane e cultura. Cucina calibro noir: buone letture e buona tavola

    Pane e cultura. Calib: caffè + libreria = valorizzare la Puglia

    Pane e cultura. Medieval: il GastroPub “storico” in Salento

    Pane e cultura. Sloan Square: l’Inglese si impara al pub

    Pane e cultura. Pizza per autodidatti: confessioni di un pizzaiolo

    Pane e cultura. Le Libragioni: vino, arte, libri

    Pane e cultura. Eataly e Vergnano al Museo del Cinema di Torino

    Pane e cultura. Terzo tempo Verona: vino e sport sono un bel connubio

    Pane e cultura. Adua Villa firma un romanzo rosé

    Pane e cultura. “In grazia di Dio”: il film a Km 0 gira il mondo

    Pane e cultura. Piccolo Teatro, grande servizio

    Pane e cultura. L’hamburger gourmet diventa un libro 

    Pane e cultura. Feltrinelli RED: se l’ibridazione diventa community

    Pane e cultura. Giufà Roma: in equilibrio fra libri e caffè

    Pane e cultura. Cyrano Alghero: libri, vino, svago

    Pane e cultura. Un Food Film Festival a Sud di Milano

    Pane e cultura. Cibo, e non solo, per la mente

    Pane e cultura. Anche gli angeli… mangiano cannoli!

    Pane e cultura. Macondo Bologna: l’arte di incontrarsi

    Pane e cultura. Liberrima: cibo e cultura all’ombra del Barocco

    Pane e cultura. La Cité: libri, musica, arte, caffè

    Pane e cultura. Orwell Manduria: quando il pub diventa letterario

    Pane e cultura. Enoteca letterario Badlands: socialità e passione

    Pane e cultura. Nea: arte (e bistrot) tutte le ore

    Pane e cultura. Cucina narrativa, showcooking e saperi tradizionali

    Pane e cultura. Musica e dintorni: birra artigianale e territorio