Pane e cultura. Monastero val d’Astino: cibo e cultura a Bergamo

    Anche questo è Expo. Un grande monastero alle porte di Bergamo, a lungo in rovina e recentemente ristrutturato, che apre alla ristorazione, ai percorsi di cultura enogastronomica, all’arte. Un patrimonio unico che torna all’antico splendore diventando un connubio perfetto tra arte, cultura, agricoltura e cibo.

    Il monastero di Astino fu fondato nel 1107 per favorire l’inserimento dei monaci Vallombrosani a Bergamo, che lottavano per il ritorno della Chiesa alla purezza evangelica. Per anni, il complesso del Monastero e della chiesa del Santo Sepolcro di Astino è stato abbandonato, generando così notevoli problemi di dissesto e di degrado. L’incuria è stata interrotta nel 2007, quando l’intero complesso è stato acquistato dalla Congregazione della Misericordia Maggiore, che nel solco della sua tradizionale attività benefica con interventi di utilità sociale ha restaurato integralmente la chiesa, restituita alla città, al culto e alla pubblica fruizione nel 2013. Il restauro complessivo del monastero, invece non è ancora terminato.Oggi è uno dei siti lombardi con il bollino Expo, e ospita varie attività.

    Astino 5La parte ristorativa occupa ambienti coperti (uno spazio stretto e lungo, con soffitti a volta) e scoperti (un prato con tavolini bassi e sedute bianche, da cui godere la vista sulla valle). L’offerta è a cura di due locali bergamaschi, il Ristorante La Tana e il Caffè della Funicolare, che occasionalmente ospitano chef stellati provenienti da altri ristoranti. Ad Astino si possono mangiare tra l’altro casoncelli alla bergamasca, insalata di couscous, tartare di manzo e ricca scelta di hamburger italiano. La presenza del birrificio artigianale Elav caratterizza l’offerta di bevande, in cui il vino la fa comunque da padrone. Il vino è anche oggetto di seminari e degustazioni guidate dal Comitato Decennale Luigi Veronelli. In un chiostro e in altri spazi del complesso, invece, si tengono spettacoli, soprattutto musicali, di vario tipo.

     

    Monastero Vallombrosiano Val d’Astino

    Bergamo

    http://site.astinoexpo2015.it/

     

    PANE E CULTURA

    Una rubrica di Giuliano Pavone

    A chi dice che con la cultura non si mangia rispondiamo proponendo settimanalmente un’esperienza che mette in relazione in modo profittevole e innovativo il mondo della cultura e dello spettacolo da un lato e quello del pubblico esercizio dall’altro. Format, eventi, libri e personaggi per cibare il corpo e la mente. 

    Pane e cultura. La loggia: un art cafè a Carovigno (BR)

    Pane e cultura. Gusto e intrattenimento al Mercato Metropolitano

    Pane e cultura. In libreria i segreti della pizza

    Pane e cultura. Area 8 Matera: un “non hotel” nei Sassi

    Pane e cultura. Libreria Bacco: non chiamatela enoteca letteraria

    Pane e cultura. Kino Roma: buon cinema, buon cibo

    Pane e cultura. Bar luce: Wes Anderson alla Fondazione Prada

    Pane e cultura. Mudec Milano: ristorazione nel Museo delle Culture

    Pane e cultura. Sugo-Condimenti per la casa a Roma dal 12 al 14 giugno

    Pane e cultura. Persepolis Andria: il caffè fa riaprire la libreria

    Pane e cultura. Nuvole in cantina: vino e fumetti in un luogo che vive

    Pane e cultura. Il pop food di Davide Oldani in un libro

    Pane e cultura. Bar, libreria, Internet: con Knulp Trieste si rinnova

    Pane e cultura. Ex Forno Bologna: dal pane all’arte moderna

    Pane e cultura. Rotonda Bistro Milano: per bambini da 3 a 93 anni

    Pane e cultura. Gambrinus Napoli: la storia è qui

    Pane e cultura. Triennale Milano: mostra e terrazza aperte sull’Expo

    Pane e cultura. mcafé Genova: mastica l’arte, medita sul cibo

    Pane e cultura. Memo caffè Fano: il bio in mediateca

    Pane e cultura. Per un trancio di libri: una microlibreria a L’Orablù

    Pane e cultura. Teatro Orfeo Taranto: caffè e cultura nel foyer

    Pane e cultura. Trieste, la città dei caffè

    Pane e cultura. San Marco Trieste: alle origini del caffè letterario

    Pane e cultura. Eataly e librerie.coop convivono a Bologna

    Pane e cultura. Enoteca Letteraria Roma: libro e vino, storia comune

    Pane e cultura. Fourquette Foggia: quando il tipico è atipico

    Pane e cultura. Sugar Queen Napoli: il cake design diventa un libro

    Pane e cultura. Panecotto Matera: pane è cultura!

    Pane e cultura. Cucina calibro noir: buone letture e buona tavola

    Pane e cultura. Calib: caffè + libreria = valorizzare la Puglia

    Pane e cultura. Medieval: il GastroPub “storico” in Salento

    Pane e cultura. Sloan Square: l’Inglese si impara al pub

    Pane e cultura. Pizza per autodidatti: confessioni di un pizzaiolo

    Pane e cultura. Le Libragioni: vino, arte, libri

    Pane e cultura. Eataly e Vergnano al Museo del Cinema di Torino

    Pane e cultura. Terzo tempo Verona: vino e sport sono un bel connubio

    Pane e cultura. Adua Villa firma un romanzo rosé

    Pane e cultura. “In grazia di Dio”: il film a Km 0 gira il mondo

    Pane e cultura. Piccolo Teatro, grande servizio

    Pane e cultura. L’hamburger gourmet diventa un libro 

    Pane e cultura. Feltrinelli RED: se l’ibridazione diventa community

    Pane e cultura. Giufà Roma: in equilibrio fra libri e caffè

    Pane e cultura. Cyrano Alghero: libri, vino, svago

    Pane e cultura. Un Food Film Festival a Sud di Milano

    Pane e cultura. Cibo, e non solo, per la mente

    Pane e cultura. Anche gli angeli… mangiano cannoli!

    Pane e cultura. Macondo Bologna: l’arte di incontrarsi

    Pane e cultura. Liberrima: cibo e cultura all’ombra del Barocco

    Pane e cultura. La Cité: libri, musica, arte, caffè

    Pane e cultura. Orwell Manduria: quando il pub diventa letterario

    Pane e cultura. Enoteca letterario Badlands: socialità e passione

    Pane e cultura. Nea: arte (e bistrot) tutte le ore

    Pane e cultura. Cucina narrativa, showcooking e saperi tradizionali

    Pane e cultura. Musica e dintorni: birra artigianale e territorio

    Pane e cultura. Scriptorium cafè: la sala studi è al bar

    Pane e cultura. L’Orablù: eventi nel bar della piscina

    Pane e cultura. Melville, la balena piacentina

    Pane e cultura. Libri e teatro si incontrano al bar

    Pane e cultura. Libri e caffè (napoletano) nel foyer del teatro

    Pane e cultura. Ottimomassimo: pane, libri e fantasia