Pane e cultura. Terzo tempo Verona: vino e sport sono un bel connubio

Aperto un anno fa a Verona, Terzo tempo è una libreria sportiva ed enoteca nata dalla passione di Lorenzo Fabiano. “Sono giornalista pubblicista sportivo e ho lavorato nel settore del vino per quindici anni” spiega. “Ho deciso di coniugare due mie passioni cercando di creare un luogo che funga da punto di aggregazione”.

Il negozio si trova in una zona vecchia di Verona, a ridosso del centro e vicino all’Università, il quartiere Veronetta (“Una specie di Trastevere” dice Fabiano). Vi si trovano libri su tutti gli sport, magliette a tema sportivo e vini esclusivamente veronesi. E’ aperto dalle 10 alle 12,30 e dalle 16 alle 19,30 e vede il maggior afflusso di clientela in tarda mattinata e nel tardo pomeriggio.

“Terzo tempo è principalmente una libreria: diciamo che il rapporto fra libri e vini è 60-40. E’ un momento molto difficile per le piccole librerie indipendenti e per l’editoria in genere, ma in compenso quello dei libri sportivi è uno dei pochi ambiti in crescita. Credo che la strada per una piccola libreria possa essere quella di specializzarsi in una nicchia e poi avere un buon calendario di eventi. Organizzo incontri con scrittori, giornalisti e personaggi sportivi mediamente due volte al mese. Sono passati da qui, fra gli altri, i giornalisti Giorgio Teruzzi e Marco Pastonesi, il tennista Paolo Bertolucci e il pallavolista Andrea Giani, e poi quasi tutti i protagonisti dello storico scudetto del Verona del 1985. Quanto al vino, invece, oltre a vendere le bottiglie, ho anche un piccolo angolo mescita dove ogni sera facciamo l’aperitivo”.10440843_140414649462253_7593602061402798447_n - Copia

Un primo bilancio dopo un anno di attività? “Verona non è ancora tanto abituata a formule ibride come questa, ma in realtà l’abbinamento funziona. Sport e vino sono un bel connubio. Durante le presentazioni si crea un bel clima informale, ma in qualsiasi momento della giornata è facile che qualcuno entri per un caffè e un’occhiata al giornale e poi resti magari un’ora a sfogliare libri e a discutere. E la socialità e il divertimento sono aspetti fondamentali in un’attività come questa”.

 

Terzo Tempo Eonoteca & libreria sportiva

Vo’ Pastorello 2 – Piazza Isolo

Verona

 

PANE E CULTURA

Una rubrica di Giuliano Pavone

A chi dice che con la cultura non si mangia rispondiamo proponendo settimanalmente un’esperienza che mette in relazione in modo profittevole e innovativo il mondo della cultura e dello spettacolo da un lato e quello del pubblico esercizio dall’altro. Format, eventi, libri e personaggi per cibare il corpo e la mente. 

Pane e cultura. Eataly e Vergnano al Museo del Cinema di Torino

Pane e cultura. Adua Villa firma un romanzo rosé

Pane e cultura. “In grazia di Dio”: il film a Km 0 gira il mondo

Pane e cultura. Piccolo Teatro, grande servizio

Pane e cultura. L’hamburger gourmet diventa un libro 

Pane e cultura. Feltrinelli RED: se l’ibridazione diventa community

Pane e cultura. Giufà Roma: in equilibrio fra libri e caffè

Pane e cultura. Cyrano Alghero: libri, vino, svago

Pane e cultura. Un Food Film Festival a Sud di Milano

Pane e cultura. Cibo, e non solo, per la mente

Pane e cultura. Anche gli angeli… mangiano cannoli!

Pane e cultura. Macondo Bologna: l’arte di incontrarsi

Pane e cultura. Liberrima: cibo e cultura all’ombra del Barocco

Pane e cultura. La Cité: libri, musica, arte, caffè

Pane e cultura. Orwell Manduria: quando il pub diventa letterario

Pane e cultura. Enoteca letterario Badlands: socialità e passione

Pane e cultura. Nea: arte (e bistrot) tutte le ore

Pane e cultura. Cucina narrativa, showcooking e saperi tradizionali

Pane e cultura. Musica e dintorni: birra artigianale e territorio