Pane e cultura. Ottimomassimo: pane, libri e fantasia

Innovazione, cura per l’ambiente, creatività e interesse per l’arte: il connubio fra Ottimomassimo fast gourmet e la spazio-libreria Open di Milano si basa su queste caratteristiche comuni. Infatti Ottimomassimo, con la sua offerta di qualità di panini, piatti e insalate (anche con servizio di consegna a domicilio), oltre alla sede di via Spadari (nei pressi di piazza Duomo), ha aperto un secondo punto vendita anche in Viale Monte Nero (Porta Romana), all’interno di Open. Quest’ultimo è uno spazio molto particolare: si tratta di un grande open space vetrato – non affaccia su strada ma è al primo piano di un palazzo – che supera il concetto tradizionale di libreria dove si entra, si acquista e si va via, proponendosi invece come luogo in cui “stare”. Nella grande superficie a elle (di cui il bancone di Ottimomassimo occupa il lato interno), agli scaffali pieni di libri si alternano zone con divani e altre sedute, in cui la gente legge (giornali ed e-reader sono a disposizione) o naviga, e zone per gli eventi e i corsi che si susseguono a ritmo serrato. C’è anche un’area dedicata al coworking, che contribuisce a fare di OPEN un luogo frequentato a tutte le ore.sandwich

“E’ uno spazio molto vissuto dai clienti” spiega Alessia Fuggetta, responsabile comunicazione di Ottimomassimo. “A differenza del punto vendita di via Spadari, in cui si lavora soprattutto durante la pausa pranzo, in viale Monte Nero la fruizione si distribuisce più omogeneamente fra vari momenti di consumo: colazione, merenda, aperitivo e i frequenti eventi serali. Il target è trasversale: si va dallo studente universitario al coworker fra i 30 e i 50 anni alle persone di vario tipo che vengono a curiosare”.

Bistrot e libreria non si limitano a convivere, ma collaborano e si stimolano a vicenda, in un’ottica di integrazione: “Veniamo coinvolti negli eventi adeguandoci alle esigenze di chi li organizza, come quando per la presentazione di un libro sponsorizzato da un’azienda di alimenti vegani abbiamo allestito un buffet coi loro prodotti” prosegue Alessia Fuggetta. “Dallo scorso marzo abbiamo poi lanciato ‘Aggiungi un libro a tavola’: ogni mese inseriamo nel menù una ricetta tratta da un libro. L’iniziativa ci è venuta in mente per Open, ma è attiva anche in via Spadari, dove peraltro ospitiamo spesso mostre di giovani artisti”.

 

Ottimomassimo

Viale Monte Nero 6

1° piano, c/o Open

www.ottimomassimogourmet.it

Milano

 

PANE E CULTURA

Una rubrica di Giuliano Pavone

A chi dice che con la cultura non si mangia rispondiamo proponendo settimanalmente un’esperienza che mette in relazione in modo profittevole e innovativo il mondo della cultura e dello spettacolo da un lato e quello del pubblico esercizio dall’altro. Format, eventi, libri e personaggi per cibare il corpo e la mente.