Nuovo riconoscimento per Amorim Cork ai Golden Vines Awards 2021

Amorim ha ricevuto un riconoscimento esclusivo ai Golden Vines Awards 2021, gli “Oscar del Vino”, la cui cerimonia di premiazione si terrà il prossimo 7 ottobre a Londra. Per la prima volta nella sua storia, l’azienda leader mondiale nella produzione e vendita di tappi in sughero viene nominata per la categoria “Tecnologia e Innovazione”, la The Golden Vines Innovation Award. I candidati assieme ad Amorim Cork sono realtà di pari ed estremo rilievo: l’Organizzazione internazionale della vigna e del vino (OIV), il Dipartimento di viticoltura ed enologia della UC Davis, California, Coravin e la Wine & Spirit Education Trust (WSET).

“Questa nomination è un riconoscimento emozionante – afferma Carlos Veloso dos Santos, a.d. Amorim Cork Italia. Essere tra le cinque realtà mondiali considerate avanguardistiche dal punto di vista dell’innovazione nel settore enologico è un onore. Per noi significa anche un nobile onere: quello di continuare sulla strada degli investimenti scientifici e tecnologici per un futuro sempre più performante. L’esperienza della stappatura per noi è un rituale e desideriamo che sia degno preludio ai brindisi e parte integrante della celebrazione.”. Carlos De Jesus, Direttore Marketing e Comunicazione Amorim Group, ha aggiunto: “L’evento sarà unico nel mondo del vino, le location e i nomi coinvolti sono incredibili e il fatto che Amorim sia tra i nominati nella categoria Tecnologia e Innovazione è un grande riconoscimento”.

I Golden Vines Awards 2021 sono un evento organizzato da Liquid Icons, società di ricerca nel settore vinicolo di alto livello internazionale. Le finalità sono no profit, lo scopo è infatti quello di riconoscere i protagonisti dell’industria del vino e raccogliere fondi per la Gerard Basset Wine Education Charitable Foundation, con l’obiettivo di finanziare programmi di educazione al vino legati alla diversità e all’inclusione interrazziale. Nina Basset (moglie di Gerard Basset) ha affermato, in merito: “L’industria ai massimi livelli è purtroppo priva di diversità. Speriamo che attraverso le borse di studio, si possa contribuire a cambiare il mondo anche se con un piccolo gesto e onorando l’eredità di Gerard”. Gerard Basset, tra i sommelier cardine del settore a livello globale è anche colui che ha reso più avvicinabile il mondo del vino, con una carriera personale e imprenditoriale di rilievo e l’ottenimento dei più grandi riconoscimenti fino al momento della sua scomparsa nel 2019.

Le categorie che riceveranno le premiazioni sono:

* The Golden Vines Best Fine Wine Producer in Europe Award

* The Golden Vines Best Fine Wine Producer in the Americas Award

* The Golden Vines Best Fine Wine Producer in the Rest of the World (Australasia, Africa, Asia & Middle East) Award

* The Golden Vines World’s Best Fine Wine Producer Award

* The Golden Vines World’s Best Rising Star Award

* The Golden Vines Innovation Award

* The Golden Vines Hall of Fame Award – destinato a chi (tutt’ora vivente) si sia distinto per particolari obiettivi conseguiti durante la sua vita nella produzione di vino pregiato o per specifici servizi di alto livello nel settore vinicolo

Nel dettaglio, i candidati per quest’ultimo prestigioso premio sono: Aubert de Villaine, Domaine de la Domaine de la Romanée-Conti (Francia); Paul Draper, ex capo produttore di vino, Ridge Vineyards (USA); Peter Gago, Penfolds (Australia); Richard Geoffroy, ex chef de Cave, Dom Pérignon (Francia); Roberto Conterno di Giacomo Conterno (Italia), l’unico altro partecipante italiano. L’azienda vinicola piemontese, di grande prestigio, è oltretutto cliente di Amorim Cork Italia.