Nuove regole per viaggiare in Europa: da febbraio basta il Green pass

Cambiano le regole per viaggiare in Europa, primo passo per il ritorno alla normalità e la ripresa del turismo internazionale in Italia, la cui drastica diminuzione nel corso del 2021 ha aggravato la crisi di numerosi pubblici esercizi nella città d’arte, e non solo.

Secondo quanto si legge nelle nuove raccomandazioni adottate dai 27 Stati membri, i viaggiatori in possesso del certificato digitale Covid Ue (valido in caso di vaccinazione completa, guarigione da meno di 180 giorni o test negativo), da ora in poi “non dovrebbero essere soggetti a ulteriori restrizioni alla libera circolazione“.

Infatti, “le misure adottate per contrastare la pandemia devono essere basate sulla condizione della persona, e non sulla situazione a livello regionale, eccezion fatta per le aree dove il virus circola a rischio molto elevato“.

Il nuovo pacchetto di raccomandazioni entrerà in vigore a partire dall’1 febbraio 2022, giorno in cui la durata di validità del Certificato Covid si ridurrà a 6 mesi (a cui la Commissione ha aggiunto tre mesi di tolleranza).

È importante che gli Stati membri diano seguito a tale accordo e attuino senza indugio le norme concordate“, è stato il commento della commissaria europea alla Salute Stella Kyriakides e del commissario europeo alla Giustizia Didier Reynders. “Omicron – hanno aggiunto – si è ormai diffusa in tutta Europa ed è tempo di prendere in considerazione l’idea di abbandonare le misure aggiuntive che alcuni Stati membri hanno introdotto per i viaggi nelle ultime settimane, rendendo i viaggi più difficili e meno prevedibili in tutta l’Ue“.