Nomisma, caro bollette: ad aprile gas stabile ed elettricità a +25%

Arrivano le prime stime su quanto peserà il costo di elettricità e gas ad aprile per i piccoli consumatori – famiglie, ma anche microimprese come negozi, uffici e laboratori artigiani – che sono ancora legati alle bollette classiche del settore a maggior tutela.

Le previsioni, elaborate dagli analisti di Nomisma Energia, riguardano i possibili aggiornamenti sulle bollette di luce e gas che il primo aprile opererà l’autorità dell’energia Arera. 

Per quanto riguarda il gas, nonostante la grande incertezza causata dalla guerra ucraina, è già possibile stimare che dal primo aprile le tariffe del gas dovrebbero rimanere ferme a 1,37 euro per metro cubo, dopo l’aumento eccezionale del 42% dello scorso gennaio. Secondo Nomisma Energia, «negli ultimi giorni i prezzi sono stati costantemente sopra i 140 euro per megawattora e, se dovessero durare questi valori, il balzo delle tariffe è solo rimandato di qualche mese al primo luglio».

Per quanto riguarda l’elettricità, invece, il calcolo è più incerto e dipenderà dall’andamento dei prezzi nei prossimi giorni, che risentono già dell’aggravarsi della crisi dopo l’inizio della guerra. «Se dovessero rimanere i prezzi molto alti di questi giorni, ci dovrebbe essere un aumento almeno del 25% verso 56 centesimi al chilowattora, variazione per il momento ancora inferiore al precedente +55% di inizio gennaio 2022».