Nell’Academy Costadoro le selezioni di Espresso Italiano Champion

Sabato scorso 14 aprile, presso la sede della nuova Academy di Costadoro – storica casa torinese produttrice di caffè tostato per il settore dei pubblici esercizi che rinnova ogni giorno il suo impegno nell’offrire spazi di formazione e approfondimento sul mondo del caffè e a diffondere un vero e proprio culto del gusto – si sono svolte le selezioni per il campionato baristi “Espresso Italiano Champion” organizzato dall’Istituto Nazionale Espresso Italiano (INEI).

I 14 partecipanti si sono sfidati nella regolazione della macinatura e successiva preparazione di 4 espressi e 4 cappuccini perfetti in soli 11 minuti. Grazie alla Faema e alla ditta Cabar i partecipanti hanno utilizzato il grinder OD 3000 per regolare la macinatura dei chicchi e la macchina Faema E71 per la preparazione del caffè. Il livello della competizione è stato altissimo: tutti i partecipanti hanno dimostrato grande attenzione e preparazione e addirittura 8 dei 14 sfidanti hanno superato la soglia dei 300 punti, vedendo il trionfo di Luca Nicolino – titolare del bar Roma di Bagnasco (CN) – che ne ha ottenuti 338.

Per intrattenere il pubblico della gara sono state anche allestite alcune postazioni di brewing – con il prezioso supporto di Luigi Pillitu e Marco Aloy – per far conoscere e degustare diversi tipi di estrazioni filtro, oltre che diverse postazioni per l’espresso, ognuno con un particolare profilo, ottenuti con l’utilizzo delle macchine “Marzocco Strada”, “Sanremo Cafè Racer” e “San Marco” a leva.

Questi i primi tre classificati e i vincitori dei premi speciali, i quali hanno vinto attrezzature e prodotti grazie al prezioso supporto degli sponsor Latte Desa, Pulycaff e Ilsa.

1. Luca Nicolino, Bar Roma di Bagnasco (CN)

2. Cristian Tetro, Caffetteria Coffee Lab Diamante di Torino

3. Cristhian Herrera, Caffetteria Coffee Lab Diamante di Torino

· Miglior espresso – Luca Nicolino, Bar Roma di Bagnasco (CN)

· Miglior cappuccino – Stefano Sacchetta, Avigliana (TO)

Costadoro porge uno speciale ringraziamento a Giampaolo Braceschi, supervisore dell’INEI, e ai giudici di gara, che hanno svolto con competenza e professionalità il difficile e delicato compito: Carlotta Trombetta e Marco Molino (giuria tecnica), Stefano Giglio, Stefano Buckowsky, Luca Lenzi, Nino Di Mauro e Dario Pagliara (giuria sensoriale).