bevande

29 Dicembre 2017

Il Chianti Docg si potrà imbottigliare solo in Toscana


Il Chianti Docg si potrà imbottigliare solo in Toscana

Entra in vigore dal primo gennaio, dopo lungo iter amministrativo, la modifica del disciplinare di produzione Vino Chianti nel quale "si prevede che il vino Chianti Docg si potrà imbottigliare, fatte salve le deroghe e i diritti acquisiti nel tempo dalle aziende imbottigliatrici, solo in Toscana per garantire maggiore tracciabilità, maggiori e tempestivi controlli del prodotto, tutelando così il consumatore".

"Si tratta - spiega Giovanni Busi, presidente del consorzio Vino Chianti - della modifica della delimitazione della zona di vinificazione, invecchiamento, imbottigliamento e affinamento perché fino a oggi era infatti possibile imbottigliare il nostro vino in tutto il mondo". Il provvedimento non riguarda, come previsto dalla regolamentazione dell'Ue, le aziende confezionatrici ubicate fuori della Toscana che hanno già acquisito il diritto: cioè coloro che imbottigliano Chianti per almeno due anni negli ultimi cinque. In questo modo sarà però possibile bloccare ogni nuovo imbottigliatore con sede fuori dalla Toscana garantendo un maggiore controllo dell'intera filiera e dell'effettiva qualità del vino imbottigliato.

"E' un passaggio fondamentale per il futuro del Chianti - conclude Busi - che arriva in un momento in cui è sempre più necessario tutelare il consumatore attraverso un filiera controllata e garantita".

TAG: IMBOTTIGLIAMENTO,TOSCANA,CHIANTI

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

21/02/2024

È Joshua Perrone, Bar Manager del ristorante asiatico Hato, il vincitore della seconda edizione della St. Moritz Cocktail Week, evento supportato da St. Moritz Tourismus AG che celebra l’arte...

21/02/2024

125 buyer provenienti dall'estero, 600 brand di food & beverage dislocati in 14 padiglioni e le manifestazioni concluse con +20% di visite professionali rispetto al 2023: con questi numeri si è...

20/02/2024

È ormai un appuntamento annuale quello che la famiglia dello chef Nino Rossi organizza nella sua magione a Santa Cristina d’Aspromonte, in Calabria. È la sede del ristorante stellato Qafiz ma in...

20/02/2024

Sarà Italia Zuccheri - Coprob, in rappresentanza di una cooperativa di 7000 aziende agricole che gestiscono l’approvvigionamento della materia prima da agricoltura sostenibile certificata e da...

 

Iscriviti alla newsletter!

I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...


Gli ingredienti e gli strumenti sono quelli di sempre: latte, caffè, lattiera e una tazza. A fare la differenza è l’abilità del barista e la sua conoscenza della tecnica di decorazione per...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top