Milano Whisky Festival: i numeri dell’edizione 2017

L’11 e 12 novembre scorsi la 12° edizione del Milano Whisky Festival ha visto l’ulteriore evoluzione di questa manifestazione che è nata dalla passione di due amici e si è trasformata nell’evento di riferimento per il whisky in Italia ed Europa: quest’anno ha infatti abbracciato nuove categorie del beverage, diventando il Milano Whisky Festival & Fine Spirits. Non più solo whisky quindi, ma anche Cognac, Brandy e Armagnac.

Una seconda novità interessante di questa edizione è rappresentata dalla scelta della nuova sala – oltre 1.200 mq – per poter accogliere il numero sempre maggiore di espositori e visitatori che quest’anno hanno fatto registrare la cifra di quasi 4.800 presenze.

I nuovi spazi hanno avuto un impatto molto positivo nella percezione di questa manifestazione che ormai ha tutti i requisiti di un evento dal respiro internazionale; l’aumento numerico e qualitativo dei visitatori, l’incremento della percentuale del pubblico femminile (il 26,8%) e il consolidamento della fascia di età target 25-34, sono la conferma che il Milano Whisky Festival sta raggiungendo gli obiettivi prefissati alcuni anni fa.

Un altro dato significativo è rappresentato dall’importante presenza di operatori del food & beverage e del bartending, che quest’anno hanno costituito oltre il 25% dei visitatori. Per un evento che è nato con uno spirito consumer, rappresenta un’evoluzione importante ma non del tutto inaspettata, visti gli sforzi fatti negli ultimi anni per comunicare al trade tutti gli eventi che, insieme all’annuale appuntamento di novembre, costituiscono ormai una serie di ritrovi immancabili per gli estimatori e gli addetti ai lavori del mondo degli spirits.