Melegatti salvata dalla famiglia Spezzapria

Si apre una nuova pagina nella storia di Melegatti. L’azienda di Verona produttrice di pandori e panettoni fallita lo scorso 29 maggio, è stata aggiudicata dal Tribunale di Verona al manager Denis Moro che – in rappresentanza di Sominor, società della famiglia vicentina Spezzapria – aveva presentato al curatore fallimentare l’unica offerta pervenuta, del valore di 13,5 milioni di euro.

La nuova proprietà che deve le sue fortune alla Forgital, azienda specializzata nella forgiatura dei metalli – si legge sul Il Post – acquisirà il marchio e lo stabilimento di Melegatti a San Giovanni Lupatoto, in provincia di Verona, e quello di Nuova Marelli – società dolciaria controllata da Melegatti a sua volta coinvolta nel fallimento – di San Martino Buon Albergo, sempre a Verona.

Intanto, si parla già di riprendere la produzione per riuscire a realizzare in tempo una campagna commerciale per Natale, seppur ridotta: prima dell’aggravarsi dei suoi problemi finanziari, nel periodo natalizio Melegatti raccoglieva circa il 70% del suo fatturato annuale.