Marron Noir, il panettone Fiasconaro in viaggio per la Germania

Il panettone Fiasconaro valica ancora una volta i confini nazionali e, con un sol balzo, da Castelbuono (splendido borgo arroccato nei boschi delle Madonie a pochi chilometri da Palermo) arriva a Colonia, in Germania, per conquistare con le sue fragranze, tutti i visitatori di Anuga (7-11 ottobre), fiera dalla cadenza biennale considerata a livello internazionale fra le più importanti per il settore dell’agroalimentare. Bastano i numeri per farsi un’idea della portata della manifestazione: la scorsa edizione ha contato circa 160.000 ingressi e oltre 7.000 espositori provenienti da 108 Paesi.

“Ovunque nel mondo, il panettone è a tutti gli effetti un’icona del food made in Italy. Un prodotto d’eccellenza che rappresenta il meglio della nostra scuola dolciaria. Ricordiamoci, fra l’altro, che recentemente è stato incoronato in maniera ufficiale ‘Ambasciatore dell’alta pasticcera italiana nel mondo’. Il panettone è innanzitutto buono, questa è la premessa del suo successo. Ma ha tante altre caratteristiche che lo rendono unico: ha un gusto inconfondibile, ha una storia e una tradizione tutta sua, richiede una lavorazione particolare e meticolosa. È poi, cosa che certo non guasta, è anche così bello a vedersi che è per tutti è un piacere metterlo in tavola.” – sottolinea Mario Fiasconaro, il giovane pasticcere che del padre Nicola sta seguendo con successo le orme.

È proprio Mario Fiasconaro il protagonista dei due showcooking in programma sabato 7 e domenica 8 (alle ore 15.00) presso lo stand dell’azienda negli spazi di Anuga (c 050 – Hall 2.2). Una performance dal vivo per proporre assaggi, smaccatamente dolci, del nuovo panettone Marron Noir accompagnato con crema di cioccolato di Modica. Un ‘gioco’ di alta pasticceria per deliziare i palati più gourmand.

Marron Noir, il panettone col cuore di castagna
Fra le tante leccornie da gustare allo stand Fiasconaro spicca il nuovo panettone Marron Noir, nato per salutare il Natale 2017. Bello a vedersi e tutto da gustare, è un vero e proprio omaggio al Piemonte e alle sue specialità: arricchito con farina tostata di castagna e con miele di castagno, l’impasto accoglie al suo interno i più preziosi marroni della Valle Varaita (spicchio di terra in provincia di Cuneo, dove la castanicoltura ha origini antichissime) e un dosaggio calibrato di cioccolato alla gianduia.

Una doppia glassatura lo rende ancora più invitante: la copertura fondente avvolge infatti una leggera crema di marroni. Il tocco finale? Un sontuoso Marron Glacé troneggia con fare autoritario sulla cima del panettone. Aspetto gourmand, carattere deciso, sapore esplosivo.

www.fiasconaro.com